Salta al contenuto principale

Ripreso mentre ruba i fiori

della gioielleria in centro

«Qui accade spesso»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

La faccia è quella del bravo ragazzo. Il gesto è quello del balordo che non rispetta le cose altrui. Per sfortuna del protagonista la sua azione, ossia il furto di una piantina posizionata all’esterno della gioielleria La Meridiana di via Roggia Grande, è stato immortalato dalle telecamere che riprendono 24 ore al giorno ogni movimento esterno. La ripresa avvenuta verso le 10 di sera immortala un ragazzo che si avvicina al negozio, vede i fiori, ne prende uno e poi si allontana. Probabilmente il giovane, che era solo, non ha notato le telecamere e nemmeno lontanamente ha immaginato che il giorno dopo la titolare del negozio Titti Gecchele avrebbe pubblicato le immagini su Facebook raccogliendo la solidarietà di molti amici e negozianti.

«Purtroppo accade spesso. Noi negozianti, di tasca nostra, acquistiamo fiori per rendere più bella la città e poi di notte passano questi ragazzi e se li portano via. Sono piantine che costano 5 euro, ma è il gesto che è grave». Non si tratta infatti del danno economico che è esiguo, ma è la totale mancanza di rispetto per i beni altrui ad infastidire e preoccupare.

Era già accaduto a fine 2017. Anche in quell’occasione erano stati asportati dei vasi di fiori, la titolare aveva pubblicato le immagini di videosorveglianza e gli autori, due ragazzi e due ragazze, erano finiti sulla bacheca di Facebook della titolare e poi il post era stato condivisi da altre persone. La «gogna» mediatica aveva dato però i suoi frutti. Nel girodi poche ore gli autori si erano presentati in negozio, si erano scusati per il furto e avevano ripagato il danno. «Un gesto che ho apprezzato», ammette la titolare della gioielleria.

Appena venti giorni fa, sempre in via Roggia Grande, erano state imbrattate con dello spray la serranda e le vetrine della boutique «Mica Male» di proprietà di Alessandro Cavagna. Anche in quel caso l’autore era stato immortalato dalle telecamere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?