Salta al contenuto principale

Messner: turismo aggressivo

«Chiudere i passi dolomitici»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

 Chiudere i passi dolomitici dalle 10 alle 16, restituendo così le montagne agli escursionisti e ciclisti: lo propone Reinhold Messner per fermare «l’aggressività del turismo».

«Le montagne - dice il Re degli ottomila all’agenzia tedesca Dpa - richiedono silenzio, rallentamento e un paesaggio incontaminato». Per questo è necessario «canalizzare» il turismo. «Non è ammissibile che in montagna ci sia la stessa aggressività, lo stesso rumore, lo stesso inquinamento atmosferico dei centri urbani», afferma Messner. «La gente viene da noi dalle città e trova tutto questo, solo ancora peggio. È una follia», ribadisce.

Secondo Messner, le Dolomiti necessitano di una «logistica», con una sorta di «turnazione» della chiusura dei passi e una migliore distribuzione del turismo. «Dove ci sono già impianti di risalita, non si può tornare indietro, mentre nuovi progetti vanno valutati con grande cautela», è convinto, mentre bandire le mountain bike è sbagliato, conclude l’altoatesino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy