Salta al contenuto principale

Adunata, agli alpini carrelli Sait

e 20mila euro da Rovereto

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 19 secondi

Sait, il consorzio delle Famiglie Cooperative, fornirà al Coa, il Comitato organizzatore della 91/a Adunata nazionale degli Alpini in calendario a Trento dal 10 al 13 maggio, 300 roll, le gabbie metalliche usate per agevolare il trasporto dei prodotti.

Saranno «utili per gestire in modo ottimale l’intero aspetto logistico nelle palestre della città di Trento e dei sobborghi che accoglieranno settemila alpini. Questi roll serviranno per trasportare coperte, lenzuola, brandine, materassi e quanto altro necessario per garantire l’ospitalità alle penne nere che qui trascorreranno diversi momenti dell’Adunata», spiega Renzo Merler, responsabile dell’accoglienza del Coa.

I roll saranno utili anche per velocizzare le fasi di smontaggio: «Abbiamo chiesto aiuto al Sait considerati i tempi limitati a nostra disposizione - aggiunge Merler -. Infatti, in una sola giornata, dovremo liberare le palestre, sanificarle e riconsegnarle in perfetto stato, come sostanzialmente ci sono state messe a disposizione».

Con questa iniziativa, commenta il presidente del Sait, Renato Dalpalù, «dimostriamo una nostra caratteristica peculiare. Vale a dire l’essere partecipi dei principali appuntamenti della vita delle comunità servite nella quotidianità dai nostri punti vendita».



Per garantire un’adeguata accoglienza agli Alpini provenienti da tutta Italia alla 91ª Adunata nazionale delle penne nere - organizzata dall’Ana il 12 e il 13 maggio (sono attese a Trento più di 500 mil persone) - si sta muovendo anche il territorio lagarino. La valenza mediatica e l’importanza dal punto di vista storico e sociale saranno notevolmente amplificate in quest’edizione, considerata la coincidenza con le celebrazioni per la fine del centenario della Grande Guerra.

Anche il territorio comunale sarà interessato da una massiccia presenza di Alpini e familiari che pernotteranno a Rovereto e dintorni. Sono infatti attese in città anche le comitive degli Alpini per visitare le importanti istituzioni culturali e storiche che la nostra città può offrire: Museo storico italiano della guerra, Mart, Ossario di Castel Dante, Campana dei Caduti.

Per valorizzare l’immagine di Rovereto come città del confronto, del dialogo e della Pace, il Coa (Comitato organizzatore adunata) ha elaborato un corposo ed intenso programma dal titolo «Aspettando l’Adunata a Rovereto» che prevede iniziative in tutta la Vallagarina ed in particolare sul territorio comunale dal 9 marzo al 12 maggio.

In specifico il programma di eventi è ricco e prevede mostre, concerti di cori alpini del territorio, cerimonie commemorative, spettacoli teatrali sulle tematiche della Grande Guerra, conferenze e sfilate.

Considerato che il progetto è stato voluto e pensato per dare il giusto contorno ad un evento di portata nazionale che nell’immaginario collettivo racchiude i valori della solidarietà, del volontariato e dell’impegno per la collettività, la giunta comunale nella sua ultima seduta ha deciso di erogare al Comitato organizzatore adunata 20 mila euro di contributo straordinario. L’evento, d’altro canto, ha una grandissima valenza turistica e contribuirà a far girare l’economia locale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?