Salta al contenuto principale

Notte di follia e di danneggiamenti

Colpiti bar, negozi e il cinema Modena

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
3 minuti 40 secondi

Notte di follia e di danneggiamenti in città. Protagonisti alcuni giovani che, forse alterati dall’alcol, hanno spaccato una decina di vetrate di negozi e di bar. Preso di mira anche il cinema Modena, in via San Francesco d’Assisi, poco dopo la mezzanotte.

«I vicini hanno sentito i colpi e subito chiamato la polizia. Pochi istanti dopo è entrato in funzione l’allarme - spiega Filippo Lazzeri - I ladri, che erano almeno in due, sono stati visti fuggire via. Hanno rovesciato alcuni contenitori e forzato il ricevitore di cassa, in cui c’erano alcune decine di euro in monete».

Qualche mese fa i ladri avevano colpito anche al cinema Roma. «Per portare via 1.500 euro da una cassaforte, ora rimossa, avevano fatto danni per 9mila euro - prosegue Lazzeri - Dopo questo furto metteremo anche le telecamere di sicurezza».

Nella notte i carabinieri hanno suonato il campanello di casa di Rosaria Miorandi, a Rovereto, per avvisare che i ladri hanno tentato di infilarsi nel locale che gestisce, «Piadinamore» tra vicolo delle Rogge e via Mantova.

«Sono corsa a Trento - spiega Miorandi - I carabinieri mi hanno detto che la spaccata è avvenuta dopo la mezzanotte. Per fortuna il vetro è molto spesso e ha retto. I malintenzionati devono aver battuto più volte sulla porta d’ingresso con qualcosa di appuntito, forse un cubetto di porfido, ma non sono riusciti ad entrare».

Vetro rotto anche al Salone Enzo in via Santa Maria Maddalena. «Me ne sono accorto stamattina (ieri per chi legge, ndr) - spiega Enzo Di Guariso, il titolare - I vicini hanno sentito i colpi verso mezzanotte e mezza. I ladri hanno sfondato il vetro con due cubetti di porfido, che ho trovato nel negozio. Nell’entrare si sono anche feriti, perché c’erano tracce di sangue. I carabinieri hanno effettuato i rilievi. Dal cassetto sono stati portati via una trentina di euro ed è sparita anche la cassetta per le offerte per il canile di Trento.

I ladri cercavano soldi, perché non hanno toccato nulla dell’attrezzatura. Il danno che mi hanno fatto è enorme: tra vetro e tendaggio veneziano interno circa 700 euro». Preso di mira un altro salone, in via San Marco.

Nell’incursione notturna non sono mancati i bar.

Al «Circolino» in piazza Venezia, i ladri hanno tentato di entrare dalla parte posteriore del locale, ma non ci sono riusciti. Hanno invece rovinato la festa al bar di via Cervara, che proprio ieri è stato inaugurato. «La città non è più sicura» sostiene il titolare, che vuole rimanere anonimo. Il danno alla struttura è ingente. «La cassa, vuota, è stata portata via e ritrovata, distrutta, qui vicino. Nel locale ci sono danni per 5mila euro alla vetrata, all’intelaiatura, ai divani che sono stati rovinati dai vetri. I ladri hanno portato via pure un paio di bottiglie» conclude.

Il colpo è andato a segno anche nel bar Happy Ending in via del Ponte a Ravina: portato via il fondocassa e la macchinetta cambiasoldi.

Per la seconda volta in pochi giorni, è stata danneggiata la vetrata dell’agenzia Trento Viaggi in via Rosmini. «Un vicino, sentendo i rumori, ha dato l’allarme. Dalla finestra ha visto un paio di individui scappare. Per fortuna i ladri non sono riusciti ad entrare - spiega il titolare dell’agenzia viaggi Patrick Pederiva - Sul vetro abbiamo trovato sette segni: vuol dire che per sette volte hanno tentato di spaccare il vetro con un “bolognino”. Ora per sostituire tutto dovrò spendere altri 1.500 euro, che si aggiungono ai 700 euro del danno subìto due settimane fa, per un altro tentativo di scasso».

Nel corso dei controlli avvenuti nella notte in città, la polizia ha fermato due giovani maghrebini: addosso avevano un telefonino ed un altro apparecchio di cui non hanno saputo giustificare la provenienza. I due sono stati denunciati per ricettazione, mentre sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine - confrontando testimonianze e soprattutto le telecamere dei negozi e del Comune, installate in centro - per capire se i due possano avere responsabilità nella serie di spaccate notturne.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?