Salta al contenuto principale

L'energia pulita al supermercato

Accordo tra Poli e Dolomiti Energia

In 2 negozi, colonnine ricarica auto

Per il gruppo della grande distribuzione fatturato a 515 milioni di euro

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 42 secondi

Da oggi l’energia elettrica da fonti rinnovabili si compra al supermercato, nei negozi Poli, Regina e Orvea. Il gruppo Poli e Dolomiti Energia hanno stipulato un accordo che prevede la vendita sugli scaffali di un kit composto da due lampadine a led e dalla scheda per aderire alla bolletta della luce prodotta da energia «green».

Inoltre, nei supermercati Poli-Regina di via Fermi a Trento e di Arco vengono installate colonnine per la ricarica delle auto elettriche.

«Le iniziative fanno parte della nostra attenzione al locale, ecologico, sostenibile» afferma il direttore affari generali Mauro Poli.

Il fatturato 2016 dei 70 negozi del gruppo Poli sale a 515 milioni di euro, +3% sui 501 milioni dell’anno precedente. Ma la crescita della componente maggiore, quella alimentare che è oltre l’87% del totale, è pari al 4%. Più debole il non alimentare, che perde il 2% soprattutto per la concorrenza dell’e-commerce.

«Abbiamo avviato una partnership territoriale con Dolomiti Energia basata sia sulla convenienza per il consumatore che sull’attenzione all’ambiente che ci trova da tempo impegnati» sostiene Poli. Il primo progetto si chiama Eco-Energia. «Non ha equivalenti nazionali, è la prima iniziativa nel suo genere» afferma Andrea D’Amico, direttore del mercato retail di Dolomiti Energia.

Eco-Energia prevede la vendita di energia pulita «a scaffale» presso i negozi trentini Poli, Regina e Orvea, proprio come se fosse un qualsiasi altro prodotto da supermercato.

Nello specifico si tratta di un kit composto da 2 lampadine a led e una scheda per aderire alla fornitura di energia elettrica certificata «100% verde» e interamente prodotta da fonte idroelettrica trentina. L’offerta riservata ai clienti domestici prevede, nel primo anno di utilizzo, uno sconto del 20% sul valore della componente materia prima, pari al 35-40% del prezzo totale, valore stabilito periodicamente dall’Autorità per l’energia.

Per gli anni successivi, invece, lo sconto sarà pari al 6%.
Attivando l’offerta on line con il codice di attivazione contenuto nella scheda e sottoscrivendo il contratto di adesione, nella prima bolletta utile verrà erogato un bonus equivalente al valore del kit acquistato (10 euro). In questo modo, le due lampade a led costituiranno un regalo di benvenuto per tutti i nuovi clienti green.

Il secondo progetto allarga ai supermercati Poli la rete di colonnine di ricarica delle auto elettriche che Dolomiti Energia sta diffondendo in Trentino in collaborazione con i Comuni. Ad oggi si contano già 10 postazioni di ricarica funzionamenti a Dimaro, Fondo, Moena, Pinzolo, Pieve di Bono, Rovereto, Cavalese, Riva del Garda, Trento e Arco. Altre due postazioni saranno operative fra un paio di settimane a Borgo Valsugana e Levico Terme, mentre entro l’estate si prevede di collocare una seconda postazione a Trento presso il Muse.

«Il mercato delle auto elettriche è in forte crescita - sottolinea D’Amico - Tanti turisti dal Nord Europa vengono in vacanza con questo tipo di veicoli».

In questo contesto si inserisce Eco-Fuel, il progetto che prevede l’installazione di stazioni per la ricarica di auto elettriche presso due punti vendita del gruppo Poli. In via Fermi e nel centro commerciale di via S. Caterina ad Arco le colonnine sono attive da poco più di un mese. Nei negozi sono disponibili anche le ricariche Eco-Fuel, utilizzabili in tutto il network di Dolomiti Energia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?