Salta al contenuto principale

L'Inferno di Dante narrato con voce nuova

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

Per «ScenaTrentina», questa sera al Teatro comunale di Pergine, alle ore 20.45 va in scena «Con voce nuova. L’inferno di Dante», un progetto che si pone l’obiettivo di fondere due subculture - i sordi e gli udenti - grazie a un’esperienza di tipo teatrale. Il focus del progetto è creare un punto di contatto tra due mondi, una nuova lingua, rendendo all’arte quel carattere di inclusività che le appartiene.

Il testo scelto è un’opera connotata da una forte universalità: la Divina Commedia. Un progetto che ha messo in discussione le certezze degli stessi protagonisti, privati di qualcosa che ritenevano imprescindibile per la loro arte, un sistema di comunicazione comune, condivisibile anche con il pubblico. Un percorso che li ha visti alla ricerca di nuovi strumenti per la costruzione di un linguaggio in grado di prescindere dalla comunicazione verbale e di svilupparsi a partire dall’espressione corporea.

Da un’idea di Filippo Calcagno, lo spettacolo per la regia di Alessio Dalla Costa vede sul palco Maria Vittoria Barrella, Filippo Calcagno, Filippo Porro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?