Salta al contenuto principale

Smarano si abbuffa di musica

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

Ancor più ricca di appuntamenti e di contenuti, la 27ª Smarano International Organ Academy, promossa dall’Associazione Monsignor Celestino Eccher, sta riscontrando un afflusso di allievi (da Italia, Cina, Giappone, Messico, Usa, Canada, Libano, Slovenia e Croazia) ancor più cospicuo rispetto agli anni precedenti e, continuando l’esperimento di condivisione digitale dei concerti iniziato nel 2017, per la prima volta garantirà la trasmissione in streaming di tutti gli eventi (con l’eccezione di quello di Sanzeno, per mancanza di copertura di rete), allargando   ulteriormente il suo pubblico che già conta più di cinquemila accessi. Questa «digital season» porta avanti anche un progetto di educazione del pubblico, mettendo a disposizione online una guida digitale all’ascolto di quaranta pagine.

La direzione artistica dell’Accademia di Smarano è affidata a Massimiliano Guido; dal 25 luglio al 4 agosto le masterclass svilupperanno il tema della Fantasia, forma di composizione alla tastiera dal carattere estemporaneo basata solo sulle regole del contrappunto, che viene trattata con andamento cronologico inverso, partendo dallo «Empfindsamer Stil» di Carl Philipp Emanuel Bach e risalendo al Settecento dei fratelli Scarlatti.

Quasi una Fantasia è il titolo della rassegna concertistica, che consta di due programmazioni distinte e porterà in Val di Non interpreti tra i più importanti della scena musicale locale, nazionale e internazionale. «I concerti dell’Accademia» si svolgeranno presso la Sala concerti di Smarano (alle ore 20.45): il 25 luglio recital di Malcolm Bilson al fortepiano, il 27 Ulrika Davidsson e Joel Speerstra saranno impegnati in Fantasie al clavicordo e al fortepiano; lunedì 29 toccherà a Nicoleta Paraschivescu e Derek Remes (Partimenti all’organo e al cembalo); il 31 «Fantasie all’organo e al cembalo» con William Porter ed Enrico Baiano; venerdì 2 agosto a Sanzeno (Basilica dei SS. Martiri) Edoardo Bellotti si esibirà in un programma di fantasie organistiche e infine, sabato 3 agosto (ore 18), a Smarano avrà luogo il concerto conclusivo degli allievi dell’Accademia.

A seguire, gli «Itinerari musicali in Val di Non» propongono per il 7 agosto (sempre a Smarano alle ore 20.45) un incontro tra l’organo di Felix Marangoni e la tromba di Marco Pierobon; quindi (il 9 agosto) le atmosfere corali del Bonporti Antiqua Ensemble; il 10 agosto l’organo si fonde col saxofono nel duo Stefano Pellini e Pietro Tagliaferri, il 13 agosto è la volta dell’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento con un programma impostato al classicismo. Il concerto conclusivo del 20 agosto vede protagonista il duo chitarristico Soattin - Noli.
Il premio alla carriera, istituito l’anno scorso con l’assegnazione all’organista catalana Montserrat Torrent Serra, quest’anno viene tributato a Malcolm Bilson, della Cornell University di New York, pioniere degli studi sul pianoforte storico.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy