Salta al contenuto principale

Al Gulliver Pub il blues dei Big Fat Mama

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Per chi ama il blues ad alta gradazione sonora, quella di stasera, venerdì 12, al Gulliver Pub di Pergine, è una bella occasione per ascoltare e conoscere un  pezzo della storia di questo genere coniugato con la scena italiana.

Sul palco del locale, nel live organizzato da Patrick Moschen, saliranno alle 21.30, i Big Fat Mama (foto), formazione imprescindibile del blues tricolore che nella sua attuale forma unisce il bassista Piero De Luca ad Antonio Rossi ed Ezio Cavagnaro. I Big Fat Mama nascono nel 1979 proprio da un’idea di De Luca e nella sua esperienza trentacinquennale il gruppo ha registrato dieci album suonando in tutta Europa nei principali festival italiani, dove ha aperto per artisti del calibro di B. B. King, Blues Brothers Band, Johnny Winter, Stevie Ray Vaughan, e accompagnato bluesmen quali Louisiana Red e Johnny Mars.

Negli ultimi sei anni, il gruppo ha adottato il nome di Piero De Luca e Big Fat Mama e ha focalizzato il proprio interesse soprattutto sul suono di Chicago e New Orleans degli anni ‘60 e ‘70 senza copiare pedissequamente i grandi del genere ma cercando piuttosto di trarre da loro ispirazione al fine di scrivere brani che siano rispettosi della tradizione e rispecchino la vita di tutti i giorni.



Tra gli ultimi cd frutto di questo lavoro anche «Blues on My Side» e «As We Like It», composti esclusivamente da brani originali, e il tributo al musicista mississippiano Howlin’ Wolf intitolato «Beware of the Wolf», uscito nel 2012, e realizzato con la collaborazione del musicista di fama internazionale Marco Pandolfi. Nel 2015 la band ha registrato un cd live che racchiude l’esibizione estiva al Rootsway - Roots ‘n’ Blues & Food Festival nella data di Diolo di Soragna.

L’ultimo tassello è il disco «Greetings From The Coast!» che come evidenzia il sito A-Z Blues: «Ancora una volta rappresenta al meglio il poderoso sound della band, quella tipica miscela che attraversa i vari stili del blues, da Chicago a New Orleans passando per California e Texas».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?