Salta al contenuto principale

Espana Circo Este, folk-rock

il 21 gennaio a Rovereto

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 56 secondi

Con la loro miscela di punk folk e rock trasversale gli Espana Circo Este sono diventati negli ultimi anni uno dei gruppi più apprezzati dai tanti appassionati del genere.

Ora la formazione italo argentina sta per lanciare il suo nuovo album Scienze della maleducazione la cui uscita è prevista per il 20 gennaio e proprio sabato 21 , gli Espana saranno in concerto allo Smart Lab di Roverereto . L'appuntamento è quello organizzato dai tipi di Side Out in una serata che verrà aperta dal live dei Rebel Rootz con il loro reggae style. 

Ad anticipare l'uscita del secondo disco degli Espana il singolo «Lo stomaco e il bullone» accompagnato da un videoclip. «Scienze della maleducazione» si annuncia come il tentativo degli Espana Circo Este d'indicare una direzione per cambiare e destabilizzare una società sempre più anemica e apatica, che cerca di coprire le naturali sfumature di ognuno di noi con medicinali e metodi artificiali. Una risposta che in fondo è parsa molto semplice: imparando ed insegnando maleducazione.

«Scienze della maleducazione - spiegano i musicisti del gruppo - è per noi l'essere imperfetti per ambire alla pura bellezza. Un piccolo promemoria sonoro, per non perdersi e per non perdere». 

Gli Espana Circo Este, grazie al precedente debut album «La Revolucion Del Amor» hanno girato negli ultimi due anni l'Italia prima e l'Europa poi: oltre 200 date tra cui la presenza al Lowlands Festival e live a fianco a nomi come Gogol Bordello e Manu Chao forti di quell' amore e della rivoluzione che questo sentimento porta con sè e che scaturiva dai loro animi come dai loro amplificatori. Un viaggio che riprenderà lo stesso giorno dell'uscita del disco, il 20 gennaio appunto, dal Vidia Club di Cesena per poi approdare subito in Trentino.

Proprio la dimensione live ha prodotto un cambio di visione nel gruppo come spiegano le note che accompagnano il loro disco: «Un cambiamento tra i chilometri e le tante distanze percorse si è messo in atto tra gli Espana mutando la prospettiva della band e trasformando la forza dell'amore in una potente forma di rivalsa della bellezza; una lotta ed una guida che ha la presunzione di riattribuire il significato di bellezza a tutto ciò che oggi si dipinge come poco convenzionale, strano o maleducato». 

Open act affidato ai Rebel Rootz che stanno lavorando al loro nuovo album la cui uscita è prevista in primavera.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?