Salta al contenuto principale

Provate a far volare un drone

o perdetevi nel gaming:

al Muse Fab Lab, musica compresa

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 35 secondi

Non avete mai pilotato un drone volante e vi piacerebbe farlo in sucirezza? Un speciale gabbia di volo permetterà a chi desidera di sperimentare il pilotaggio di droni. Ma è solo una delle tante cose da fare, perché sabato e domenica al Muse c’è tanta roba. Scienza, tecnologia, divertimento con musica e danza, ed una grande festa finale aperta a tutti.

È il gran finale del FabLabNet, rete di eventi dedicati a tutti gli appassionati di tecnologia e innovazione, grandi e piccini. Per l’occasione, i nove FabLab del progetto Europeo Interreg Central Europe FabLabNet si riuniranno a Trento per presentare al pubblico le attività e i risultati raggiunti nel campo della prototipazione digitale e dell’innovazione condivisa.

Una barba? No, perché i due giorni in cui conferenze e dimostrazioni tecnologiche si alterneranno a musica, attività interattive, prove di volo con droni e – per i più nottambuli – un notte di musica, video mapping e sonorità tecnologiche. Il FabLabNet BIGFest sarà un’occasione imperdibile per gli appassionati di tecnologia, per le famiglie in cerca di un weekend speciale, ma anche per i semplici curiosi che vogliano incontrare sperimentatori, inventori, creativi e artisti in un ambiente internazionale.

Il programma inizia sabato mattina con tre conferenze a Palazzo delle Albere in cui esperti nazionali ed europei analizzeranno il ruolo dei FabLab nel mondo del Business (9- 13), dell’Educazione (14-16) e delle Community (16 – 19).

A partire dal pomeriggio di sabato, e per tutta la giornata di domenica, i nove FabLab partner di progetto - provenienti da Austria, Croazia, Repubblica Ceca, Germania, Ungheria, Polonia, Slovacchia e Slovenia - insieme ad oltre venti rappresentanti di FabLab e realtà italiane attive nel campo dell’innovazione tecnologica e sociale, presenteranno al pubblico prototipi, attività e stand legati alla creatività e alle invenzioni digitali.

Oltre alla prova di volo con i droni, anche Nintendo LABO per giocare con la Switch in maniera inedita e creativa, PixelArt per creare arte come un vero computer! Per chi se la sente, con Insetti Robot sarà possibile dar vita un cyber-scarafaggio da portarsi a casa (prenotazione obbligatoria al link: www.roglab.si/en/fabbox/2019/robotic_beetles).

Sabato sera, a partire dalle 18, via libera alla “FabNight”: un evento multimediale nel segno della tecnologia in cui si alterneranno speaker, gamer e artisti.

Si inizia con i Techno Bla Bla Bla (19.00 – 21.00) una serie di interventi brevi che racconteranno con velocità e leggerezza cosa vuol dire innovare oggi.
Sul palco, quindi, si alterneranno un gruppo di giovani Alfieri della Repubblica (Filippo Pasquazzo, Enrico Cescato, Samuele Ropelato, accompagnati dalla prof.ssa Monica Ropele, dell’ Istituto De Gasperi di Borgo Valsugana) meritatisi il prestigioso titolo per la loro App “My Voices”, nata per aiutare un loro compagno di classe con disabilità comunicativa e relazionale. Edoardo e Federica Taori presenteranno Plants Play: un dispositivo per ascoltare la “voce delle piante”; Necomimi dimostrerà uno strano modo di usare le onde cerebrali; i Vigili del Fuoco faranno decollare i loro droni Hi-Tech; l’artista Lil Klips racconterà di come intende la musica “DIY”; Miss Lala giocherà con la luce; il kit Makey Makey farà suonare con gli oggetti più strani; Ardan Dal Rì presenterà “Body Glove: quando la tecnologia fa risuonare il DNA”.

A seguire, il Gamers’ Dialogue (21.00 - 21.30) in cui il gamification guru Fabio Viola dialogherà con Elisa Di Lorenzo - la prima game producer italiana – sulle possibilità di sviluppo del mezzo videoludico nei prossimi anni.

Dopo i Talks, un passo verso il pieno spettacolo con le danzatrici della Scuola “L’Altro Movimento” e la coreografia “Techno” di Wally Holzhauser. A seguire, lo youtuber Andrea Galeazzi e il presentatore Paolo Labati ricorderanno in maniera divertente e irriverente cosa si può fare - e cosa no – con la tecnologia, al giorno d’oggi...

Dalle 22, via alla musica, con il beatboxer Lil Klips (Isam Maarouf), le sperimentazioni musicali di Anansi & Ardan Dal Rì e - direttamente da “Italia’s Got Talent” - lo show di ReacTj con il suo sorprendente tavolo interattivo. Si ballerà infine con il DJ set di Tina Buffy & Sabota VJ.

Tutte le attività saranno gratuite, l’ingresso alle conferenze sarà consentito fino ad esaurimento posti (è consigliata la registrazione online). Per l’occasione il MUSE sarà visitabile alla tariffa speciale di 3 euro.

Il programma completo dell’evento e la registrazione online alle conferenze al link: http://fablab.muse.it/fablabnet-big-fest/

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy