Salta al contenuto principale

«Mio fratello rincorre i dinosauri»

Teatro e cinema: oggi in Trentino

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 51 secondi

Non sapete come trascorrere questo sabato sera? Tanti gli appuntamenti che trovate nelle pagine di cultura e spettacoli dell’Adige in edicola.

Qui sotto intanto qualche coordinata per chi vuole andare a teatro o al cinema.

Va in scena questa sera alla Casa della Comunità di Nago (via Piazzola 37) la piéce «Mio fratello rincorre i dinosauri», tratto dal libro omonimo di Giacomo Mazzariol, per la Compagnia Arditodesìo, di e con Christian Di Domenico e Carlo Turati, per la regia di Andrea Brunello .

Christian Di Domenico ha raccontato che ha letto il libro di Giacomo Mazzariol, poi «ho conosciuto lui e la sua splendida famiglia. La loro storia mi ha illuminato e mi è venuta voglia di raccontarla a modo mio. Così ho deciso di cominciare un nuovo cammino che mi aiuti a rieducare il mio sguardo disabile, affinché riesca finalmente a vedere tutta la bellezza e l’amore che ogni essere vivente è in grado di ricevere e di dare. Senza pregiudizi e senza aspettative. Vedere e scegliere di amare».

Il libro di Mazzariol racconta con tenerezza la storia di suo fratello, autistico.

Anche lo spettacolo è il tentativo di capire le persone comn handicap, per cercare di capire il loro approccio alla vita, dalle azioni semplici, quotidiane, all’incontro con gli altri; che tipo di relazioni hanno, quali passioni o desideri; come vedono se stessi, quale consapevolezza hanno della loro condizione.

E nel testo teatrale il protagonista si rende conto che tutte queste domande dovrebbe rivolgerle a se stesso. Domande che finiscono per mettere in discussione la propria vita e a ripensare le relazioni con gli altri.

E a ripensare in generale la vita, a pensare a certi atti di bullismo con i video postati su internet da qualche ragazzino sciocco per vantarsi degli atti di crudeltà nei confronti di qualche malcapitato ragazzino disabile, handicappato, con sindrome di Down o semplicemente più debole e incapace di difendersi e ti chiedi: perché?

Costo del biglietto settore unico 7 euro. Il biglietto ridotto a 5 euro è riservato ai giovani fino a 26 anni e a chi ha compiuto 65 anni.

E per chi invece preferisce il cinema, ecco film e sale in Trentino:

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?