Salta al contenuto principale

Sono cinque di fila (nessuno di cartone)

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

E sono cinque scudetti di fila, tutti vinti sul campo. La Juventus è riuscita a compiere questa impresa per la seconda volta nella sua storia. La prima era stata tra il 1930 e il 1935.

Come noi solo il Grande Toro, tra il 1943 e il 1949, una squadra che soltanto il destino è riuscito a sconfiggere. Sì, ci sarebbe anche l'Inter, ma in realtà di campionati sul campo loro ne hanno conquistati solo quattro, il quinto gli è stato regalato e dunque non conta niente. 

L'ufficialità del 34esimo è arrivata nel giorno in cui si ricorda Andrea Fortunato, il promettente difensore bianconero morto di leucemia il 25 aprile di 21 anni fa. 

I protagonisti

Buffon: 10 Anche a Firenze è stato strepitoso. Un leader: il suo sfogo dopo la sconfitta con il Sassuolo è stato fondamentale per la rinascita della Vecchia Signora.

Chiellini: 7 Non è stata la sua stagione migliore, anche a causa dei numerosi infortuni che lo hanno penalizzato per l'intera stagione. Quando è andato in campo, però, lo ha fatto sempre con grande determinazione.

Barzagli: 9 Da clonare. Comprato per appena 350mila euro dal Wolfsburg è diventato un simbolo di questa Juve. Classe infinita.

Bonucci: 9 Ai non juventini è antipatico perché lui è molto juventino. Se i top club di mezza Europa farebbero follie per averlo un motivo c'è.

Rugani: 6.5 Il futuro, se non si perde per strada, è suo. La tragica serata di Coppa Italia a Milano contro l'Inter è un ormai un ricordo. 

Lichsteiner: 8 Una certezza. Non ti tradisce mai.

Alex Sandro: 7,5 Non va venduto. Sarebbe stato bello vederlo giocare di più.

Evra: 7 Meglio l'anno scorso. Ma il suo contributo è arrivato anche nella stagione 2015/16.

Caceres: 5 Deludente. Verrà ceduto. Giustamente.

Khedira: 7 Condizionato dai problemi fisici. Nelle ultime partite, però, si è rivisto il campione del Real e della Germania.

Marchisio: 8 Grande Claudio! La quintessenza dello stile Juve. 

Hernanes: 6 Senza infamia, senza lode. 

Lemina: 6,5 Grinta e buona tecnica. Le basi ci sono

Pereyra: 5,5 Male. Peccato

Padoin: 6,5 Ha vinto più scudetti lui che Totti. Generoso e paziente.

Sturaro 6,5 Da rivedere. Di bello resterà il suo gol al Bayern.

Asamoah: senza voto. 

Pogba 10 Un mago. Dal niente crea di tutto. Resta con noi!

Dybala 10 Un predestinato. È il nuovo Sivori. Neymar non ha nulla più di lui.

Zaza 8 Quel gol nel finale al Napoli pesa...eccome se pesa. Tra i giovani italiani è uno dei più promettenti.

Mandzukic 8 Avesse iniziato così come ha finito sarebbe stato da 9. Non è sempre bellissimo da vedere, ma in quanto a cinismo non è secondo a nessuno

Cuadrado 8,5 Tanto disordinato tatticamente quanto difficile da marcare. Tornerà al Chelsea. Berardi sarà un ottimo sostituto.

Morata 9 Il Pippo Inzaghi spagnolo. Segna sempre e segna anche nelle partite che contano

Allegri 9: Il dopo Conte era un'incognita. Lui, pur sbagliando molto, è riuscito ad essere all'altezza della Juve.

Società 10 e lode: dopo Real, Barcellona, Bayern, Manchester United c'è lei.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy