Salta al contenuto principale

Sono cinque di fila (nessuno di cartone)

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

E sono cinque scudetti di fila, tutti vinti sul campo. La Juventus è riuscita a compiere questa impresa per la seconda volta nella sua storia. La prima era stata tra il 1930 e il 1935.

Come noi solo il Grande Toro, tra il 1943 e il 1949, una squadra che soltanto il destino è riuscito a sconfiggere. Sì, ci sarebbe anche l'Inter, ma in realtà di campionati sul campo loro ne hanno conquistati solo quattro, il quinto gli è stato regalato e dunque non conta niente. 

L'ufficialità del 34esimo è arrivata nel giorno in cui si ricorda Andrea Fortunato, il promettente difensore bianconero morto di leucemia il 25 aprile di 21 anni fa. 

I protagonisti

Buffon: 10 Anche a Firenze è stato strepitoso. Un leader: il suo sfogo dopo la sconfitta con il Sassuolo è stato fondamentale per la rinascita della Vecchia Signora.

Chiellini: 7 Non è stata la sua stagione migliore, anche a causa dei numerosi infortuni che lo hanno penalizzato per l'intera stagione. Quando è andato in campo, però, lo ha fatto sempre con grande determinazione.

Barzagli: 9 Da clonare. Comprato per appena 350mila euro dal Wolfsburg è diventato un simbolo di questa Juve. Classe infinita.

Bonucci: 9 Ai non juventini è antipatico perché lui è molto juventino. Se i top club di mezza Europa farebbero follie per averlo un motivo c'è.

Rugani: 6.5 Il futuro, se non si perde per strada, è suo. La tragica serata di Coppa Italia a Milano contro l'Inter è un ormai un ricordo. 

Lichsteiner: 8 Una certezza. Non ti tradisce mai.

Alex Sandro: 7,5 Non va venduto. Sarebbe stato bello vederlo giocare di più.

Evra: 7 Meglio l'anno scorso. Ma il suo contributo è arrivato anche nella stagione 2015/16.

Caceres: 5 Deludente. Verrà ceduto. Giustamente.

Khedira: 7 Condizionato dai problemi fisici. Nelle ultime partite, però, si è rivisto il campione del Real e della Germania.

Marchisio: 8 Grande Claudio! La quintessenza dello stile Juve. 

Hernanes: 6 Senza infamia, senza lode. 

Lemina: 6,5 Grinta e buona tecnica. Le basi ci sono

Pereyra: 5,5 Male. Peccato

Padoin: 6,5 Ha vinto più scudetti lui che Totti. Generoso e paziente.

Sturaro 6,5 Da rivedere. Di bello resterà il suo gol al Bayern.

Asamoah: senza voto. 

Pogba 10 Un mago. Dal niente crea di tutto. Resta con noi!

Dybala 10 Un predestinato. È il nuovo Sivori. Neymar non ha nulla più di lui.

Zaza 8 Quel gol nel finale al Napoli pesa...eccome se pesa. Tra i giovani italiani è uno dei più promettenti.

Mandzukic 8 Avesse iniziato così come ha finito sarebbe stato da 9. Non è sempre bellissimo da vedere, ma in quanto a cinismo non è secondo a nessuno

Cuadrado 8,5 Tanto disordinato tatticamente quanto difficile da marcare. Tornerà al Chelsea. Berardi sarà un ottimo sostituto.

Morata 9 Il Pippo Inzaghi spagnolo. Segna sempre e segna anche nelle partite che contano

Allegri 9: Il dopo Conte era un'incognita. Lui, pur sbagliando molto, è riuscito ad essere all'altezza della Juve.

Società 10 e lode: dopo Real, Barcellona, Bayern, Manchester United c'è lei.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?