Salta al contenuto principale

UploadSounds, il rock trentino

scalda i motori per la finalissima

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 32 secondi

Atto finale (sabato17 giugno) al Centro Giovanile Via Vintola di Bolzano per UploadSounds 2017. Saranno dodici le band sul palco (tra le oltre 100 che hanno partecipato al bando) a partire dalle 14.30, provenienti da tutto l’Euregio che daranno prova del loro talento di fronte ad una commissione di professionisti della scena musicale internazionale che assegnerà i premi ai primi tre classificati.

A sfidarsi per aggiudicarsi l’edizione 2017 saranno sei band trentine, Mondo Frowno, Gio.Venale, Candirù, Light Whales, Electric Circus e Yellow Atmospheres, tre altoatesine, Ferbegy?, London Elephants e AKKU  e tre tirolesi, Hello Sally, Die Wohngemeinschaft e Jimmy and the Goofballs,scelte nelle scorse settimane da una commissione formata da professionisti della scena musicale, promoter, agenti, musicisti e compositori e presieduta da Claudio Astronio.

Folta ed agguerita la rappresentanza della scena musciale trentina a partire dei Light Whales che suonano un rock poliedrico ricco di sfacettature sonore come dimostra il loro convincente cd di debutto.

I Mondo Frowno sono un gruppodallo stile rock che suona assieme dal 2015 e ha già pubblicato il loro primo EP autoprodotto «MNDFRWN». L’universo di Gio.Venale, il progetto solista nato a Berlino di Giovanni Formilan, è una fusione di dance ed elettronica che ha dato vita negli ultimi anni a diversi spettacoli multimediali e ad una serie di cd davvero interessanti per chi ama queste sonorità.

Iacopo Candela in arte Candirù (nella foto) ha un sound dal gusto pop che incastra sonorità acustiche a testi densi per raccontare atmosfere da fiaba calate nel quotidiano. Candirù si è già fatto conoscere grazie a numerosi concerti e alla partecipazione a festival.

Gli Electric Circus, definiscono il loro  stile acid jazz ed è il frutto di numerose influenze, partendo da sonorità jazz per muoversi verso blues e fusion, sfruttando l’improvvisazione e la psichedelia come elementi di raccordo per una sonorità in costante sviluppo.

Il duo degli Yellow Atmospheres nasce quasi per gioco per mescolare il suono di due strumenti affascinanti, arpa e Handpan. Sono improvvisazione ed esplorazione gli elementi chiave che guidano la loro ricerca permettendogli di sperimentare ritmi e atmosfere diversi, ma senza perdere un filo conduttore.

A giudicare i due pezzi proposti da ogni band saranno: Claudio Astronio (musicista e direttore d’orchestra), Emma Milzani (promoter musicale per l’agenzia inglese Academy Events), David Hebenstreit (musicista e compositore), Christoph Storbeck (artist manager), Carlotta Zuccaro (management e comunicazione per Metatron) e Bernadette Karner (manager musicale per Rhythm & Clues 77).

Ad affiancarli anche i vincitori della precedente edizione di UploadSounds Noirêve e la band austriaca dei Molly.  Al contest quest’anno saranno assegnati i premi dal primo al terzo posto, ma anche le migliori band dell’edizione 2017 verranno prese in considerazione per partecipare alla fase dell’export musicale che prenderà il via a giugno e vedrà i giovani talenti euroregionali esibirsi sui palchi di famosi festival e manifestazioni entro e fuori i confini dell’Euregio grazie alla rete di partnership che ogni anno cresce con UploadSounds.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?