Quarantacinque anni fa il terribile terremoto del Friuli: le immagini dell’epoca

Il 6 maggio 1976 rimarrà una data «per sempre scolpita nella storia di Gemona e del Friuli». Lo scrive su Facebook il sindaco di Gemona del Friuli (Udine), Roberto Revelant. Alle 21 di quel giorno, un sisma di magnitudo 6.5 della scala Richter colpì il Friuli, facendo quasi mille morti, oltre 100mila sfollati e distruggendo completamente 18mila case.

Video

Quarantacinque anni fa il terribile terremoto del Friuli: le immagini dell’epoca

Il 6 maggio 1976 rimarrà una data «per sempre scolpita nella storia di Gemona e del Friuli». Lo scrive su Facebook il sindaco di Gemona del Friuli (Udine), Roberto Revelant. Alle 21 di quel giorno, un sisma di magnitudo 6.5 della scala Richter colpì il Friuli, facendo quasi mille morti, oltre 100mila sfollati e distruggendo completamente 18mila case.

Kate e William adesso sono anche Youtuber: ecco il loro primo video

Kate e William rilanciano la loro presenza sui social. Mercoledì hanno infatti lanciato un proprio canale su Youtube, postando un primo breve video con una carrellata di immagini che riassume alcuni dei loro impegni quotidiani. In poche ore il video, dove Kate prende anche un po’ in giro William per un difetto di pronuncia, è stato visto da quasi 1 milione di persone e il canale ha già oltre 190mila follower.

A Mattarello si lavora per creare un nuovo centro vaccinale “drive trough”

Ruspe al lavoro a Mattarello, nell’area San Vincenzo: stanno preparando, in gran fretta, un nuovo centro vaccinale in modalità “drive trough”, accessibile cioè in auto. Il nuovo centro avrà sette corsie di ingresso, i tendoni e le postazioni per conservare correttamente i vaccini. L’obiettivo è di bruciare i tempi, rendendolo operativo nel giro di una decina di giorni.

Colombia sull’orlo della guerra civile, scontri in strada

È ormai fuori controllo la situazione in Colombia. Dopo le violente proteste andate in scena alla fine di aprile contro il programma di riforme fiscale annunciato dal governo del presidente Ivan Duque, si moltiplicano nel paese le manifestazioni di piazza. Polizia e militari affrontano con violenza brutale i dimostranti. Ad oggi sono stati registrati 20 morti e circa 800 feriti.