Valanga di Rigopiano, confermate in appello le richieste di condanna

Il processo all'Aquila sulla tragedia dell'hotel travolto da una valanga nel 2017. In primo grado furono condannati solo 5 dei 30 imputati, in particolare, sull'ipotesi di disastro colposo, il sindaco di Farindola (Pescara) Ilario Lacchetta a 2 anni e otto mesi, contro gli 11 anni e 4 mesi chiesti dalla pubblica accusa, e i dirigenti della Provincia di Pescara Paolo D'Incecco e Mauro Di Blasio a 3 anni e 4 mesi. Ieri, nel Tribunale dell'Aquila, l'avvio delle udienze del processo di secondo grado in Corte d'Appello per la tragedia dell'hotel Rigopiano di Farindola, il resort alle falde del Gran Sasso che il 18 gennaio 2017 fu travolto da una valanga. Sotto le macerie morirono 29 persone fra ospiti e dipendenti, undici furono i superstiti.

Video

L’auto come un proiettile contro la casa: il video pazzesco dell’incidente di Ravazzone

L’auto arriva a tutta velocità, sfonda il cancello di metallo come fosse di cartone e si schianta violentemente contro la casa, saltando per aria: un urto pazzesco, a tutta velocità. L’auto colpisce il muro come un proiettile e si disintegra. Sembra davvero un miracolo che le 4 persone a bordo siano sopravvissute. È il video dell’incidente dell’altra notte a Ravazzone di Mori, dove una Mini Cooper si è schiantata contro l’edificio dell’ex trattoria “al Dazio”.