Nives Meroi, la regina degli Ottomila: «Con mio marito litigo anche lassù»

Il rapporto con la montagna, il rispetto della montagna, la progressiva trasformazione dell’alpinismo himalayano in turismo himalayano e degli alpinisti in clienti: Nives Meroi è una donna speciale. Insieme al marito Romano Benet ha scalato tutti i 14 ottomila, e lo ha fatto in stile alpino, senza bombole di ossigeno e senza portatori di alta quota. Tra i protagonisti del Trento FilmFestival, risponde alle domande di Radio Dolomiti e svela un segreto: marito e moglie litigano anche a ottomila metri di quota!

Video

Sfruttamento dei lavoratori: maxi operazione nei campi, 7 arresti

Vasta operazione anti-caporalato in mattinata nelle campagne di Foggia e Campobasso. Oltre 50 carabinieri della Compagnia di San Severo e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, supportati dal reparto Elicotteri e coordinati dalla Procura di Foggia, hanno dato il via all'esecuzione di sette misure cautelari per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, tre in carcere e quattro ai domiciliari.

Violentissimi nubifragi in Alto Adige: il torrente si mangia la strada, masi isolati in val Sarentino

I forti nubifragi che hanno colpito l’Alto Adige, la notte scorsa, hanno fatto danni ingenti in val Sarentino, dove il rio Danza è esondato e una frana ha investito la statale. Alcuni masi risultano isolati, perché la forza dell’acqua si è mangiata la strada, e i vigili del fuoco sono al lavoro con gli escavatori per mettere in sicurezza la zona e ripristinare i collegamenti.

«Ok Kyle, I'm in»: il geniale video del Parma per il ritorno di Buffon

È geniale il video con cui il Parma Calcio ha annunciato l’ingaggio di Gianluigi Buffon. Le immagini fanno il verso al trailer di un film di fantascienza, intitolato 'Superman returns' ambientato allo stadio Tardini. Al termine si vede un misterioso personaggio togliere il cappuccio e svelare la propria identità: è Buffon che al telefono con il proprietario del Parma dice "Ok Kyle, i'm in" e Krause risponde "Bentornato a casa".

Partite degli Europei trasmesse illegalmente su internet: i “clienti” rischiano grosso

Duro colpo della Guardia di Finanza allo streaming illegale delle partite degli Europei. Con l’operazione Euro Strike 2020, partita su segnalazione dell’Uefa, le Fiamme Gialle hanno sequestrato circa 600 piattaforme internet che trasmettevano illegalmente le partite. Gli organizzatori della rete di streaming rischiano pene fino a tre anni di reclusione e multe di 15 mila euro. I “clienti” che sono stati trovati connessi alle piattaforme di streaming rischiano invece una multa di oltre mille euro.