Sanità / Payback

Rimborsi sui dispositivi medici: in Trentino tremano 30 aziende e 600 dipendenti

Nella legge di bilancio manca la sospensione del payback (rimborso) sui dispositivi sanitari. Le aziende del comparto devono restituire il 50% delle spese effettuate in eccesso dalle regioni. In Trentino hanno un fatturato complessivo di 350 milioni di euro: dal 2015 al 2018 devono rimborsare ben 49,4 milioni di euro 

IL CASO Prima finanziaria “Meloni”: salta il piano oncologico per 3,5 milioni di malati
LA MANOVRA Taglio degli oneri impropri in bolletta, meno tasse per le partite Iva, tregua fiscale: la manovra in pillole

Società / Il tema

Sicurezza sul lavoro, sindacati trentini a Roma. Sanità, la Cgil annuncia battaglia sulla "gravissima crisi" del sistema provinciale

Anche una delegazione locale, oggi, 22 ottobre, alla manifestazione in piazza Santi Apostoli per chiedere più salute e più sicurezza (quest'anno già i 12 morti sul lavoro in Trentino). Sistema sanitario, Diaspro (Fp Cgil) annuncia una grande mobilitazione e denuncia una "deriva verso privatizzazione strisciante"

IL CASO Infermieri via dall'Apss fra part-time negati, orari e offerte
LA REPLICA "Nessuna fuga di infermieri dall'Apss, ecco i numeri"

SINDACATO La Uil: "Siamo di fronte a un problema grave"
POLITICA "La fuga degli infermieri? Inaccettabile minimizzare"

Sanità / L'indagine

I medici ospedalieri trentini sono stanchi, sfiduciati e lavorano troppo

L'indicazione emerge dalle interviste svolte dal sindacato Cimo-Fesmed, che le ha illustrate questa mattina, 16 febbraio: solo il 26,6% del campione tornerebbe a lavorare negli ospedali pubblici, una quota significativa vorrebbe un posto nell'ambito del privato oppure all'estero. Le ore lavorate in eccesso rispecchiano il numero di medici mancanti nei reparti provinciali: un centinaio di professionisti

RIFORMA Pnrr, servono case della salute e ospedali di valle
PROTESTA Riforma sanitaria, gli ordini: "Mai ascoltati"