Giustizia / Il caso

Trento, moglie schiava: poco cibo e bastonate, si è salvata fuggendo in strada

Condannato per violenza sessuale e maltrattamenti uno straniero che aveva chiesto ugualmente di rimanere in Italia per stare vicino alla figlia piccola, ma l'istanza è stata rigettata e l'uomo dovrà andarsene. Secondo il Tar, infatti, «si rischierebbe di ledere, anziché tutelare, il sereno sviluppo psico-fisico della minore»

IL PROGETTO Nascerà in Trentino un Centro per uomini maltrattanti
LA CAMPAGNA #Cimettolafaccia contro la violenza sulle donne

TRENTO Attiva un'agente della polizia locale specializzata
L'ALLARME In Trentino un ammonimento ogni due giorni

Giudicarie / La tragedia

Lo schianto in cui perse la vita la 16enne Valeria Artini: quattro anni di reclusione al giovane che guidava l'auto

L'incidente avvenne il 28 novembre 2020 in località Sesena: la pena patteggiata dal ragazzo che era alla guida prevede anche un anno di sospensione della patente (già "congelata" in via amministrativa) per omicidio stradale, lesioni aggravate e stato di ebbrezza

IL DRAMMA L'auto contro un albero in una curva
VALERIA «Solare e impegnata, una perdita enorme»

 

Trento / La sentenza

Fu aggredito dall'orsa nei boschi sopra Terlago: il tribunale dice no al risarcimento

Il pensionato di Cadine Angelo Metlìcovec, in seguito alle ferite riportate aveva chiesto 68 mila euro alla Provincia. Il giudice ha stabilito che si trattò di una "casualità" senza colpe per l'ente pubblico, ma ora la battaglia si sposta in appello. L'episodio avvenne nel luglio 2017, durante una passeggiata che l'uomo stava facendo in compagnia del suo cane: l'orsa incontrata, Kj2, che aveva con sé i cuccioli, fu uccisa un mese più tardi

IL FATTO L'aggressione nel luglio 2017 sopra i laghi di Lamar
UCCISA La fine dell'orsa Kj2, le polemiche e il destino dei cuccioli

Tribunale / Il caso

Coltivava 11 piante di cannabis in val di Non: assolto, perché ne faceva un uso personale a scopo curativo

Fatto è illecito ma dovuto a ragioni sanitarie: il giudice afferma la priorità del diritto alla salute. L'uomo finito a processo soffriva di dolori di stomaco, insonnia e attacchi di panico: il medico gli aveva prescritto un costoso farmaco a base di marijuana. Ma poi la spesa in farmacia era diventata proibitiva per il paziente, che con la pandemia aveva perso il lavoro

Val di Sole / Il caso

Investe una sciatrice che finisce in ospedale: condannato a pagare 400 euro di multa

L'imputato era sopraggiunto da dietro e aveva travolto la donna, ma si è difeso affermando che la signora aveva cambiato direzione in quel frangente. Il giudice, però, ha spiegato che l'uomo non avrebbe dovuto sorpassare senza essere certo di aver mantenuto una distanza di sicurezza tale da prevenire in ogni caso un incidente: "Violate elementari norme di prudenza"