Salta al contenuto principale

Fuoco in falegnameria

Paura a Canal San Bovo

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 11 secondi

Il danno al tetto è fortunatamente contenuto, ma il rischio è stato altissimo: le fiamme stavano sviluppandosi sulla copertura di una falegnameria, la Nicolao-Zeni, a Canal San Bovo. L'intervento immediato di oltre trenta vigili del fuoco volontari ha evitato che l'incendio potesse svilupparsi, ma ha contato molto anche la tenuta del tetto: la lana di roccia ha impedito il propagarsi delle fiamme. L'allarme è stato dato da uno dei due soci dell'attività, Pietro Zeni: rientrando in ditta dopo la pausa pranzo ha visto il fumo uscire dal sottotetto e subito ha chiamato i soccorsi. Erano le 13.30 circa. L'altro socio, Ivan Nicolao, era fuori sede: «Diciamo che nella sfortuna tutto è andato bene: è bruciata solo la parte finale del tetto, il colmo, per una cinquantina di centimetri. Ringraziamo i vigili del fuoco, che sono intervenuti subito». 

Immediato, dunque, l'arrivo dei pompieri volontari di Canal San Bovo, una ventina, a cui si sono aggiunti una quindicina di colleghi di Primiero, intervenuti con la piattaforma. A causare il principio d'incendio non è stato il malfunzionamento della canna fumaria, come era stato ipotizzato in un primo momento: il camino - che è stato smontato nel corso delle operazioni di bonifica del tetto - non presentava alcuna anomalia. È dunque possibile che sia stata una scintilla finita nel sottotetto a far partire il fuoco. L'intervento dei pompieri è durato circa un'ora. Sul posto anche i carabinieri, ma non ci sono dubbi sulle cause: si è trattato di un evento del tutto accidentale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy