Salta al contenuto principale

Ruba oppiacei in ospedale a Borgo

Trentenne denunciato dai carabinieri

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 44 secondi

Ruba farmaci ipnotici dalla sala operatoria dell’ospedale San Lorenzo di Borgo Valsugana. Con questa accusa un trentenne è stato denunciato dai carabinieri per furto aggravato.

L’episodio risale al primo giugno. Secondo una prima ricostruzione, il ladro, per entrare nella sala, ha forzato le porte attirando l’attenzione degli operatori sanitari che subito hanno fatto un controllo, constatando l’ammanco di 8 scatole di «midazolam», un ipnotico derivato dall’oppio usato per delicati interventi chirurgici.

La direzione dell’ospedale ha immediatamente avvisato l carabinieri che hanno avviato le indagini.

Dopo i primi accertamenti e la raccolta delle testimonianze, i carabinieri di Borgo hanno orientato le investigazioni su un giovane che lavora per una ditta fornitrice dell’ospedale e ha richiesto un decreto urgente di perquisizione alla Procura di Trento. Nella casa del dipendente i militari hanno così trovato le 8 scatole scomparse contenenti ben 64 fiale di midazolam. Da qui la denuncia.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy