Salta al contenuto principale

Piné: troppi incidenti

e pedoni investiti

in arrivo i "dossi"

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

Garantire sicurezza e limitare la velocità dei veicoli che transitano in via Cesare Battisti a Baselga, tratto urbano della provinciale n. 83 di Piné.

Alla luce dell’ultimo incidente avvenuto martedì mattina nella trafficata via pinetana, che solo fortunosamente non ha avuto gravi conseguenze per l’anziano 79enne che a bordo della sua Ape-Car è stato investito da un’altra vettura (pare che il motociclo stesse effettuando un’azzardata inversione), appare sempre più urgente trovare dei correttivi per garantire piena sicurezza e vivibilità a pedoni, studenti e ciclisti in un tratto dove si affacciano tanti servizi ed attività commerciali (farmacia, banche, supermercati e uffici).

Se la scorsa estate un’anziana era stata travolta sulle strisce pedonali proprio di fronte alla farmacia, in passato tanti gli scontri tra vetture ed il grave ferimento di una giovane ciclista.

«L’amministrazione comunale ha da poco collocato dei nuovi dissuasori per ospitare a rotazione il rilevatore elettronico della velocità (Tru-Box) - spiega il sindaco di Baselga Ugo Grisenti -. In un recente incontro con i responsabili del servizio provinciale gestione strade abbiamo ribadito la volontà di realizzare degli attraversamenti pedonali rialzati (dossi dissuasori) lungo via Cesare Battisti e davanti alle Elementari di Miola e alle Medie a Baselga».

Una richiesta sino ad ora disattesa dagli uffici preposti ribadendo il carattere provinciale delle arterie (Sp 83 di Piné, Sp 66 di Pergine-Montagnaga e diramazioni) e il non corretto posizionamento degli attraversamenti troppo vicini a tratti curvilinei o con scarsa visibilità.

«Una settimana fa abbiamo consegnato alla provincia una circolare del Ministero dei Lavori Pubblici che legittima e consente la posa di tali passaggi rialzati anche sulla viabilità provinciale - conclude il sindaco Grisenti - siamo in attesa della riposta del servizio strade. Data l’impossibilità di realizzare altre opere per limitare le velocità (rotatorie) i “dossi rialzati” sono l’unica soluzione per avere più sicurezza e tutela in punti molto trafficati, con tanti servizi ed in pieno centro paese».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy