Salta al contenuto principale

«L’Ortazzo» festeggia i 10 anni

con la «star» Vandana Shiva

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Da dieci anni, ogni primavera l’Associazione Culturale e gruppo di acquisto solidale «L’Ortazzo» propone sul territorio della Valsugana e della Vigolana i «LunAdì dell’Ortazzo», serate, incontri e laboratori per tutti coloro che si interessano di orto, ambiente, benessere, alimentazione naturale e stili di vita consapevoli.

Un appuntamento fisso già entrato nel vivo con le prime due serate a Vattaro e Caldonazzo, che hanno raccolto come sempre un’ottima partecipazione. Attivissima sul territorio, l’associazione si è formata nel 2009 a partire da un progetto del Piano Giovani di zona, hanno spiegato l’assessore di Caldonazzo Marina Eccher e Danilo Marchesoni che segue l’associazione dai suoi inizi. Una bella storia per questo gruppo che ha saputo, negli anni, catturare l’attenzione e l’interesse dei cittadini della valle e dell’altopiano con eventi sempre al passo con i tempi: «Riuniamo oltre 60 famiglie e la nostra attività sul territorio è articolata - ha spiegato Marchesoni -. Oltre ai LunAdì e alla parte formativa e informativa partecipiamo agli eventi della Notte Blu con la spiaggia eco-solidale, organizziamo «Scambiamo il mondo» in novembre e da due anni collaboriamo all’interno della manifestazione «Fa’ la cosa giusta» con Trentino Arcobaleno».

Il segreto dell’associazione che quest’anno festeggia il suo decimo compleanno, è «la capacità di fare rete: fin dal principio abbiamo voluto affermarci come realtà sovracomunale». Un’associazione sempre attenta alle tematiche del momento e alle novità che per questa primavera ha in programma sei serate, due laboratori e un evento finale a Trento venerdì 12 aprile, che vedrà protagonista l’attivista indiana per i diritti della Terra Vandana Shiva.

Le serate, gratuite e libere ad eccezione dei laboratori che sono a numero chiuso, vengono realizzate con la collaborazione di Comuni, associazioni, enti, aziende e tanti altri soggetti dei territori. Ogni appuntamento si conclude con un piccolo momento conviviale, prezioso spazio di confronto e dibattito informale, ravvivato dal rinfresco che vede coinvolte aziende agricole, ristoranti, produttori, ma anche le famiglie che fanno parte del Gruppo di Acquisto Solidale dell’Ortazzo, all’insegna del bio e del KM0.

Dopo la serata di apertura a Vattaro per parlare di un rimedio fitoterapico dei gemmoderivati e il secondo appuntamento a Caldonazzo dedicato invece all’alimentazione e in particolare ai legumi, nella terza serata, a Roncegno il 18 marzo, si parlerà ancora di fitoterapia esplorando un tema curioso: l’utilizzo della cannabis in medicina.

Lunedì 25 marzo a Tenna sarà proposto un momento in cui presentare in maniera semplice il tema della sovranità alimentare, a partire da esperienze concrete di produzione km0. Seguirà poi la quinta serata riproponendo un tema che suscita sempre grande interesse: come curare un orto biologico domestico, lunedì 1 aprile a Calceranica. A chiudere gli incontri in Valsugana saranno i temi dell’alimentazione sana e sostenibile per l’ambiente, lunedì 8 aprile a Levico, mentre il 6 aprile a Telve si terrà un laboratorio per realizzare il pane con fermentazione naturale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy