Salta al contenuto principale

A Calavino nuova zona

a traffico limitato

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 30 secondi
Nuova zona a traffico limitato nel centro storico di Calavino. È quanto stabilito dall’ordinanza del sindaco di Madruzzo, Gianni Bressan, che impone incisive modifiche alla viabilità veicolare nel perimetro urbano comprendente piazza Roma (soggetta da ora a divieto di sosta permanente), via Rampina, via Pellegrini e contrada monsignor Gentilini con l’istituzione in quest’ultima del senso unico di marcia, eccezion fatta per i residenti. 
Il provvedimento, entrato il vigore il primo giorno di questo mese, punta a aumentare la vivibilità nelle vie centrali dell’abitato e consolida la loro destinazione originaria di area pedonale. In sostanza, il contenimento del traffico motorizzato persegue in prima battuta effetti positivi sull’incolumità dei pedoni e punta a modeste ricadute in materia di tutela ambientale. 
Per circolare regolarmente all’interno della nuova area libera dallo smog, residenti ed esercenti di attività artigianali e commerciali sono tenuti a richiedere il rilascio di un apposito permesso alla polizia locale, mentre nella fascia oraria notturna, nella fattispecie dalle 21 alle 7.30, l’ingresso è libero, senza distinzione tra tipologie di veicolo purché in aderenza alle regole generali di comune prudenza e diligenza.
L’esigenza, che si andava avvertendo da tempo, di istituire a Calavino una Ztl a salvaguardia dell’intero rione sommitale che «presenta notevole interesse urbanistico e problemi di traffico» è scaturita a seguito delle «numerose richieste dei cittadini», fermo restando l’annoso tallone d’Achille a ridosso del sagrato imputabile all’utilizzo indiscriminato dei marciapiedi a mo’ di parcheggio.
Per animare il cuore paesano e pedonalizzarlo in sicurezza non si poteva prescindere dalle misure adottate. Evidentemente, la riqualificazione sorride a una serie di precise necessità oggettive interpretate e soddisfatte «pensando di fare bene alla collettività». A tutto vantaggio, e non solo sulla carta, di un manipolo di residenti e del patrimonio architettonico col suo miglior biglietto da visita.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy