Cavedine, bilancio da 5,5 milioni Al via la pista ciclopedonale

Mercoledì sera il consiglio comunale di Cavedine ha approvato il bilancio di previsione 2018-2020 e il Dup, con il voto di astensione del gruppo di minoranza. Per l’esercizio 2018, il pareggio è di 5.561.228,12 euro. «I criteri fondamentali che hanno guidato la predisposizione del bilancio - ha spiegato la sindaca Maria Ceschini - continuano ad essere l’ottimizzazione delle risorse a disposizione, l’attenzione assidua e rigorosa alla spesa e una politica prudenziale per quanto riguarda le previsioni». Anche per i prossimi esercizi continuerà l’azione intrapresa nel campo del recupero dell’evasione tributaria: per il 2018 l’entrata prevista da accertamenti per Imup e Imis è pari a 180.000 euro. Per le fatture del Servizio Acquedotto il residuo da riscuotere è pari a euro 59.000 euro, mentre per fatture del Servizio raccolta rifiuti (Tari) è di 28.000 euro.
Il piano delle opere in conto capitale ammonta complessivamente a 2.695.498,13 euro: le opere più importanti previste e descritte riguardano la manutenzione degli immobili comunali già avviate e da completare. Importanti opere di riqualificazione energetica sono la sostituzione degli impianti  energetici delle scuole medie, elementari, palestra e biblioteca di Cavedine che permetteranno un tangibile risparmio di spesa di gestione per i prossimi anni. 
Ulteriore importante investimento riguarda l’acquedotto per il quale si prevedono attività e opere per l’utilizzo di acqua del pozzo in località Zurlon ai Masi di Vigo, in accordo con il Cmf di Cavedine che permetterà tra l’altro, un notevole risparmio di spesa per l’energia elettrica per il pompaggio dell’acqua dalla fonte di Calavino. Altro importante investimento sarà fatto sull’impianto di illuminazione pubblica che prevede una graduale sostituzione dei corpi illuminanti con quelli della moderna tecnologia a Led per un minore consumo di energia.
Per quanto riguarda il Servizio acquedotto, le tariffe per il 2018 evidenziano una sensibile diminuzione rispetto al 2017. La tariffa base 2018 è pari a 0,553 euro per mc (0,599 nel 2017) e la tariffa agevolata è di 0,460 euro (0,499 nel 2017). Sono inoltre diminuite tutte le tariffe riferite alla varie fasce di consumo.
Anche per il Servizio raccolta rifiuti  le tariffe hanno subito un ribasso: per esempio una abitazione di 100 mq con due componenti pagherà il 3,09% in meno rispetto al 2017. Per le altre fasce di 80 e 120 mq, la diminuzione va dal -2,21%% al -3.81%.
Sempre nel consiglio è stato approvato l’Accordo di programma con i Comuni di Madruzzo e Vallelaghi (già approvato dagli stessi)  per la realizzazione in forma coordinata della ciclopedonale della Valle di Cavedine. Il primo stralcio prevede una spesa complessiva di 800.000 euro, interamente iscritti al bilancio di Cavedine, designato quale ente capofila.
comments powered by Disqus