Salta al contenuto principale

Folgaria, il sindaco è Rech

«Ritrovare senso di comunità»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 29 secondi

Con 1.092 contro gli 836 di Maurizio Toller, Michael Rech vince le elezioni amministrative di Folgaria. I due candidati erano già scesi in campo nel 2015, Rech vinse anche allora ed andò al ballottaggio con Walter Forrer, dove poi venne sconfitto. La vittoria di Rech si è concretizzata lungo l'asse del Rosspach, nelle frazioni di Mezzomonte, Guardia e Serrada, dove ha messo in saccoccia un bottino notevole di preferenze. A questo aggiungiamoci la tenuta perentoria nell'Oltresommo ed in particolare a Carbonare-Nosellari dove è riuscito a rintuzzare l'attacco di Toller che in questi seggi ha preso dieci voti. Gli unici due seggi dove Toller è riuscito a prevalere sono stati quello di San Sebastiano (95 voti contro gli 84 di Rech) e il seggio 1 di Folgaria (290 Toller, 267 Rech). Per il resto il trenino del più giovane candidato, Rech ha 30 anni, non si è mai inceppato. Performance assoluta al seggio 2 dove votava anche la popolazione di Costa. Qui tutti s'apettavano una netta prevalenza di Toller essendo di quella frazione, ma in sostanza proprio in quel seggio Rech ha preso il largo con ben 124 voti in più. «Vittoria della squadra, di un progetto di comunità», ha dichiarato immediatamente Michael Rech .

Diciamo subito che la percentuale di votanti è stata del 72,77%, maggiore di quella registrata nelle precedenti elezioni comunali del 2015. È stato un voto sofferto dove la comunità si è confrontata ed ha cercato di riprendere il bandolo di un discorso che è fuggito nella notte dei tempi.

«Voglio ringraziare anche Maurizio Toller: è stato un avversario leale, ora abbassiamo tutti i toni, la campagna elettorale è finita e pensiamo alla nostra comunità, alla nostra gente», ha detto il neosindaco di Folgaria. Michael Rech è già stato presidente della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri, poco più che ventenne, poi per sei anni ha preso in mano le redini dell'Apt Alpe Cimbra, dando alla stessa prospettive di sviluppo e portando parecchia managerialità.
Maurizio Toller era già stato sindaco di Folgaria dal 2009 al 2015 e prima ancora, sotto l'amministrazione Olivi, aveva ricoperto il ruolo di assessore. La vittoria di Rech è maturata grazie all'appoggio di due liste, «Impegno Civile» e «Idee in Comune», 256 i voti di differenza. Rech porterà in consiglio ben undici elementi, mentre a Toller andranno sei consiglieri.

Un grande sconfitto in queste elezioni per la verità c'è ed è il vicepresidente del consiglio provinciale Walter Kaswalder, che ha messo il cappello sulla lista di Toller. Già nel 2015 aveva fatto la stessa cosa con Forrer, e si sa poi come è finita quell'avventura. I folgaretani con ogni probabilità non hanno gradito tutto ciò, forse rispolverando la loro storia fatta di lotte, di saggezza ed autonomia, e hanno deciso di decidere da soli. Quel «Magnifica Comunità» lo sta a dimostrare.

«Sono felice per l'elezione, soprattutto per l'appoggio avuto nelle zone periferiche dell'altopiano. Dobbiamo metterci al lavoro, tutti insieme senza esclusione, dobbiamo ricostruire il nostro senso di comunità e riprenderci la voglia di lottare ed essere protagonisti. La campagna elettorale è finita, ha rappresentato un momento fine a se stesso, ora si deve collaborare affinché queste terre incomincino a seminare per costruire un futuro prospero».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy