Salta al contenuto principale

Altipiani Cimbri su Raiuno

In onda per Natale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

Da due giorni la troupe Rai della trasmissione «Linea bianca» è sugli altipiani Cimbri. La popolare trasmissione condotta da quattro anni da Massimiliano Ossini, che mette in risalto l’offerta turistica delle varie località di montagna, cerca di seguire, vista la durata di 60 minuti, un taglio prettamente storico, culturale e legato alla tradizione. Giulia Capocchi, che da quest’anno ha sostituito Alessandra Dal Castello, è la giornalista che insieme a Ossini entra nelle case, alla ricerca del sentimento delle persone di montagna per portare sullo schermo l’autenticità della zona prescelta. La troupe è , accompagnata anche dal popolare maestro di sci, scalatore, uomo della montagna Lino Zani, che è stato per 22 anni il maestro di sci di papa Wojtila.

Prima tappa sull’Alpe Cimbra è stato il Pizzo Vezzena, con la sua fortificazione messa a strapiombo sulla Valsugana. Poi si è volati a Millegrobbe, dove la scuola italiana di Sleddog si è esibita in un trial. Dentro l’altopiano che si apre a ventaglio appare magicamente il promontorio di Pioverna, uno dei palcoscenici più belli ed attraenti del Trentino. Qui è lo sci che ha preso il sopravvento, con Daniela Vecchiato, direttrice dell’Apt, a far da guida. La troupe Rai così è arrivata qui con il termometro a meno sette a Maso Guez a San Sebastiano, terra di lotte, di solitudini, di magnificenze legate all’emigrazione. Qui Andrea Incani ha raccontato la sua storia e la storia dei cimbri, portando le sue caprette e mostrando le produzione di uova arcobaleno. Un unicum. Nel caldo della «stua de stiani», di Mario Mato, si sono completate le riprese.

La scena è stata tutta di Fernanda e Mario (nella foto con Capocchi), che hanno illustrato passaggi a nord est, raccontato fiabe e cucinato, nel paiolo di rame, il gustoso piatto cimbro «na patata na pult». «I primi sci metallici che hanno visto sugli altipiani li ho portati io dalla Svizzera, mi sono costati due mesi di stipendio» ha raccontato Mario. Fernanda intanto mescolava tranquilla la polenta, spiegando la ricetta. Uno spettacolo. La minuscola casa dei Piccoli (frazione che da 40 anni non vede una nascita e che oggi conta solo cinque abitanti) è diventata per quale ora il centro del mondo, con la troupe Rai spettatrice di un momento unico ed irripetibile. La trasmissione andrà in onda su Rai Uno il giorno di Natale alle 14. T.D.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy