Salta al contenuto principale

Lupo, il Veneto propone

di sterilizzare le femmine

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

La presenza del lupo sui Monti Lessini, al confine tra il basso Trentino ed il Veneto, è sempre più indigesta all'amministrazione regionale veneta. Lo riportano i media veneti che hanno dato ampio risalto alla presa di posizione dell'assessore regionale a Caccia ed Agricolura Giuseppe Pan che di fronte alle ultime predazioni del carnivoro (sui Lessini veneti si stima vivano una quindicina di lupi) ha annunciato l'intenzione di «sottoporre all'attenzione della giunta regionale la possibilità di traslocare gli esemplari in soprannumero e di sterilizzare le femmine in età di riproduzione».

«Ho ereditato il progetto comunitario Life WolfAlps - ha dichiarato Pan - e gestisco una situazione difficile adottando un approccio pragmatico e concreto, da buon amministratore, lasciando da parte le ideologie e affrontando i problemi, nel rispetto delle leggi (...). Chiederò, quindi, in una delle prossime riunioni della Commissione parlamentare delle Politiche agricole, insieme ad altre regioni, tra cui la Toscana, che venga discusso il piano di gestione e conservazione del lupo a livello nazionale, già rinviato una prima volta nel febbraio 2017».

L'assessore batterà anche cassa «chiedendo alla Conferenza Stato Regioni risorse complementari per sostenere gli interventi di prevenzione e compensare le perdite di reddito degli allevatori».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?