Salta al contenuto principale

Inaugurato il giardino sensoriale

dell’Hospice di Mori

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

Sono state Silvana e Rita, due delle ospiti dell’Hospice di Mori, a sciogliere il fiocco al nastro e a inaugurare il giardino sensoriale che arricchisce gli allestimenti esterni della struttura. Il giardino comprende molte specie di fiori ma anche piante da frutto e ortaggi; numerose sono le aromatiche: si tratta infatti di un giardino sensoriale dove poter godere dei colori, dei suoni, dei profumi e anche dei sapori di quanto qui crescerà. Non si scorda ovviamente il senso del tatto: la scelta delle piante è infatti caduta su varietà robuste, che permettano di essere anche toccate. Completa il tutto una pergola, attrezzata con fontanella e panchine.

La presidente dell’Associazione Vivere in hospice, Luisella Manica, ha spiegato: «La nostra associazione è nata 4 anni fa con l’obiettivo di accompagnare gli ospiti e i loro familiari in un percorso di qualità di vita. Nel tempo siamo cresciuti senza mai scordare il nostro intento iniziale, per cui lo scorso anno è nata l’idea del giardino sensoriale. È dimostrato che il contatto con la natura è capace di migliorare lo stato mentale e fisico.

L’idea richiedeva anche un sostegno economico e abbiamo dunque pensato di partecipare alla selezione delle associazioni con progetti meritevoli, organizzata da Poli – Regina. Alla piccola cerimonia erano presenti anche i vertici dell’Apsp Benedetti. Il presidente Gianmario Gazzi ha commentato: «È una gioia aprire finalmente questo giardino, la cui realizzazione è merito dell’Associazione e dei suoi volontari. So che sarà un’opportunità per gli ospiti e per i loro familiari».

Infine il sindaco di Mori, Stefano Barozzi: «L’Hospice è una struttura unica, è un patrimonio di Mori e di tutta la Vallagarina. Ne è prova il fatto che molti volontari dell’Associazione vengono da altri comuni. Va dunque ringraziato chi ha pensato questo giardino e chi ne ha sostenuto la realizzazione. I volontari donano il loro tempo per sostenere persone che si trovano ad attraversare momenti non facili: fanno un lavoro fondamentale così come è ottimo il lavoro dell’intera Apsp e dell’Hospice. Io credo che questo giardino possa rappresentare un luogo dove pensare e meditare».

All’evento hanno partecipato molti dei volontari dell’Associazione Vivere in hospice, c’erano anche diversi familiari e cittadini di Mori e non solo. Al termine dell’inaugurazione è stato offerto un bouffet accompagnato da un concerto di musica dal vivo.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy