Salta al contenuto principale

Muoversi e divertirsi

nei parchi della città

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 12 secondi

Anche per questa estate l’Assessorato allo Sport del Comune di Trento ha riproposto il progetto “Sport nel verde”: una serie di offerte sia sportive che ricreative completamente gratuite e destinate a tutta la cittadinanza, dai grandi ai piccini. L’obiettivo è quello di favorire l’attività motoria all’aperto all’interno degli spazi verdi che offre la nostra città, i parchi quindi come luoghi di incontro e aggregazione; ed è possibile prendere parte a tutte le attività senza bisogno di prenotazione.

Per questa edizione si è dovuto tener presente dell’emergenza sanitaria, sono applicate per questo le regole del distanziamento e l’obbligo di indossare le mascherine nel caso di distanze ravvicinate. La possibilità di organizzare e partecipare ad attività all’aperto ha favorito la partecipazione, come racconta Francesca Bruschetti che si occupa del progetto per il Comune.

A prendere parte all’iniziativa 20 soggetti fra associazioni sportive e cooperative sociali, impegnate ad offrire varie attività alla cittadinanza: baseball, capoeira, danza, equitazione, fitness ginnastica artistica, tai chi, trekking, yoga e zumba solo alcuni dei corsi.

Dal punto di vista delle misure di sicurezza per fronteggiare al meglio la situazione Covid il progetto si è potuto facilmente organizzare ma la partenza di “Sport nel verde” quest’anno è stata comunque più lenta. Fra le modifiche apportate a questa edizione c’è stata la scelta di evitare di stampare e distribuire i soliti libretti informativi, tutte le informazioni e gli appuntamenti del giorno sono consultabili sul sito del Comune e sulla pagina Facebook dell’ufficio sport “Trento sportincomune”, per prendere parte alle attività non è necessaria alcuna prenotazione. «Abbiamo capito che quest’anno il calendario sarebbe stato soggetto a continue modifiche e per questo tutte le informazioni sono consultabili online. Anche quest’anno comunque sta andando tutto molto bene, ci sono attività che vanno avanti già da tempo e continueranno, organizzatori e partecipanti sono soddisfatti», spiega Francesca Bruschetti. Con gli appuntamenti si è partiti un po’ in ritardo rispetto l’abitudine, solitamente corsi e attività partono già da maggio ma quest’anno si è chiaramente dovuto posticipare tutto a metà giugno ma il tempo si recupererà comunque nei prossimi mesi, tutti i corsi continueranno fino ad ottobre invece di terminare a settembre come da abitudine.

Sport nel verde è quindi partito già da più di un mese e ha visto durante le settimane successive implementare la propria offerta grazie ad associazioni sportive e cooperative che hanno deciso di aggiungersi successivamente: «Nelle ultime settimane ad esempio si è aggregata Cooperativa Arianna che nell’ambito del progetto “Stili di vita” ha deciso di entrare a far parte del progetto offrendo ai giovani tutti i martedì al parco Santa Chiara un corso di attivazione muscolare», dice Francesca Bruschetti. Alcuni avevano dato invece l’adesione e hanno deciso poi di ritirarsi, scoraggiati dalla corrente emergenza, complessivamente fra i soggetti partecipanti quest’anno la presenza delle cooperative sociali è meno numerosa, probabilmente perché hanno scelto di portare avanti le loro iniziative nell’ambito di altri progetti o con altre modalità.

Fra i corsi a cui si può prendere parte alcune attività sono organizzate e offerte dalla palestra Defant’s Club «Le persone chiamano per informarsi ma ci aspettavamo forse un numero di partecipanti maggiore, la maggior parte dei partecipanti sono clienti della nostra palestra» racconta Vincenzo Vanacore, uno dei soci della palestra.

Forse un po’ di paura ancora per la situazione, sicuramente anche un po’ di sfortuna con il tempo, visto che spesso poco prima dell’inizio dei corsi ha piovuto e si è quindi dovuto annullare l’attività per questioni di sicurezza.
Alla palestra Defant’s Club si dicono comunque soddisfatta di aver preso parte a questa edizione di “Sport nel verde”: «Abbiamo deciso di partecipare al progetto perché da tempo avevamo il desiderio di offrire alla cittadinanza un momento di attività fisica aperto a tutti e gratuito. Alcuni corsi da noi offerti sono proprio stati inventati ad hoc per questa iniziativa».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy