Salta al contenuto principale

San Vigilio, pontificale in Duomo

Il vescovo Tisi cita Degasperi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 23 secondi

 A Trento la chiesa celebra oggi il suo patrono, San Vigilio. Alle 10, in Duomo, il solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Lauro Tisi, con diretta anche in streaming. Sul fronte delle feste Vigiliane, quest'anno solo in tv e streaming, stasera sarà il momento della Tonca, dopo il processo di ieri.

Riferendosi alla situazione attualei, don Lauro ha evocato il famoso discorso di Alcide Degasperi pronunciato a Bruxelles nel 1948 («Non abbiamo il diritto di disperare dell’uomo, né come individuo né come collettività, non abbiamo il diritto di disperare della storia, poiché Dio lavora non solo nelle coscienze individuali, ma anche nella vita dei popoli»).  

Ricordando le radici della chiesa trentina, mons. Tisi ha indicato tre grandi linee guida per attraversare il presente con intensità e responsabilità: l'ascolto del grido dei poveri per farsene carico «in termini di vicinanza autentica e concreta»; la simpatia verso i giovani; l'aiuto agli anziani.


Tra i papabili alla Tonca 2020 ci sono, come sempre, anche amministratori. E non solo. Dal sindaco di Trento Alessandro Andreatta al presidente della Provincia Maurizio Fugatti, dal dj delle sospensive Agostino Carollo a Maurizio Rossini (Trentino Marketing) e Roberto Failoni, assessore provinciale al turismo. Per il lago serbo, ovviamente.
Tra queste cinque figure - per quattro proposte - il giudice Loredana Cont dovrà scegliere chi mandare a mollo nelle acque dell'Adige. Virtualmente, come sempre e quest'anno più che mai. Il processo è stato trasmesso in tv dal Castello del Buoncosiglio ieri sera, nell'evento clou della prima giornata di queste Vigiliane 2020 "a distanza".
Al primo cittadino del capoluogo viene contestato un certo immobilismo: «Pondera, pondera troppo e agisce troppo poco: na decision ogni quattro anni. E nel frattempo el se occupa de… ordinaria amministrazion », spiega l'accusa affidata a Giovanna Tomasi, che si scontrerà con la difesa di Doria Mariotti. E poi dopo la nomination dell'anno scorso, non era stato toncato e « el ghè restà mal. El gà mess mesi a farsela passar. No esserghe nell'albo d'oro dei toncadi l'è stà na mazzata per elo ».
Maurizio Fugatti è invece il lizza per la "fissa" della Valdastico, che nemmeno la Pandemia ha saputo affievolire. « No ‘l zede. Anche pochi mesi fa l'ha ribadì che no ghe interessa gnente della Vallarsa, la Val de Terragnolo e Trambileno... Massa lontani da Trent per contar qualcos… Massa poca zent per tirar su voti ».
E poi ancora Agostino Carollo , per gli scontri a colpi di richiesta di sospensiva legati al Mercatino di Natale: « Lù e quela telecamerota che el gà sempre en mam, che el te la piazza davanti, a filmar ogni parola, ogni stranudada… Lo iscrivo per la tonca, affinché no ‘l diga che anca stavolta l'è stà escluso da qualcoss ».
Infine, Maurizio Rossini di Trentino Marketing assieme all'assessore provinciale al turismo Roberto Failoni: l'affaire della campagna pubblicitaria con la foto del lago serbo non poteva che valere una nomination per l'immersione nelle acque... trentine.

IL PROGRAMMA

Alle ore 13.30, in anteprima su Rai3, il Duomo di Trento ospiterà la prima parte dello spettacolo "Veni Creator": un racconto sulle vicissitudini che hanno portato a scegliere Trento quale città  del Concilio. (La seconda parte verrà invece trasmessa, sempre su Rai3, sabato 27 giugno, alle ore 7.30). Alle ore 15.30, spazio ad un'altra lodevole iniziativa di questa edizione, particolarmente attenta e vicina agli anziani, una delle categorie che ha maggiormente sofferto in questa pandemia. Due rappresentanti dei Ciusi e dei Gobj consegneranno così alle Case di Riposo di Trento una pianta di "stelle alpine" e una targa con impresso un pensiero.

Alle ore 15.45, spazio allo spettacolo "Beatles Therapy": uno slide show basato sugli effetti benefici della musica e dell'umorismo nella terza età, con la musicoterapeuta Stefania Filippi, il dott. Riccardo Petroni e Lucio Gardin. Lo spettacolo verrà proiettato anche in tutte le case di riposo del Trentino. Passando al programma serale, a partire dalle ore 19.30 (sempre in diretta tv dal Castello del Buonconsiglio), dopo aver premiato i racconti della selezione "Rassegna di pensieri" e del concorso di disegno "Colora il tuo mondo", sarà il tempo dei Ciusi e Gobjche, non potendo quest'anno organizzare la consueta disfida in piazza, si affronteranno in una gara di cucina. Il vincitore dovrà però dividere la polenta con l'avversario, in un messaggio di solidarietà e condivisione. A giudicare il vincitore saranno presenti alcuni chef della città di Trento e gli amici della Proloco di Storo con Agri90. A seguire, spazio ai quiz da casa, e al teatro con "Filarmonicando alla fontana", divertente monologo tutto al femminile che ripercorre con poesia e ironia il periodo in cui i panni si lavavano alla fontana del paese. Ma ci sarà anche il consueto spazio per la Tavola Rotonda, a cui parteciperanno i sindaci che si sono susseguiti in questi trentasette anni di Feste, e per la grande musica lirica con Cristian Rizzi e con l'ensemble d'archi al femminile che, dalle stanze più remote del Castello, eseguirà sonate che vanno dal periodo barocco al classico, per arrivare alla musica leggera.

Infine, sarà il momento di ascoltare la sentenza della Tonca che quest'anno, non potendo immergere il condannato nell'Adige, riserverà modalità del tutto originali per il "toncato". A conclusione, spazio alla comicità, con il divertente collegamento, attraverso un medium, con Bernardo Clesio e il suo giardiniere, che racconteranno alcune leggende legate al Castello del Buonconsiglio.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy