Salta al contenuto principale

Il centrosinistra di Trento

presenta il piano

per il rilancio post-Covid

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Rilanciare l'attività lavorativa in città, sostenere le famiglie e i ragazzi, creare un fondo straordinario per la cultura e valorizzare gli interventi per favorire la mobilità sostenibile. Sono questi i principali provvedimenti inseriti dalla coalizione di centrosinistra e dalla Giunta comunale di Trento in un documento programmatico denominato "Trentoltre", per favorire la ripartenza nella cosiddetta fase 2.

 "Si tratta di un documento politico, frutto di un lavoro corale, che ha coinvolto i consiglieri di centrosinistra e l'intera Giunta. L'intento è quello di inserirsi in una fase delicata, intervenendo in questi mesi che ci separano dalla fine della legislatura", ha detto il sindaco Alessandro Andreatta durante la presentazione.

Il documento si articola in quattro parti, definite in lavoro, la città e i ragazzi, le relazioni, gli spostamenti. Tra gli obiettivi, l'interdizione di un bonus famiglie per favorire la partecipazione dei minori a attività culturali e sportive, la creazione di zone pedonali nel fine settimana per migliorare l'offerta degli esercizi pubblici, lo stanziamento di fondi per la cultura e il miglioramento del sistema di mobilità, favorendo quella a basso impatto ambientale. Il documento, che dovrà essere discusso in Consiglio comunale, rappresenta un primo passo verso la definizione dell'assestamento di bilancio.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy