Salta al contenuto principale

San Valentino: insieme danzano 

in Piazza Duomo nel «One Billion Rising»

contro la violenza sulle donne - VIDEO

 

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

In tante e tanti si sono ritrovati questo pomeriggio in piazza Duomo a Trento per una «testimonianza dell’impegno e della volontà profonda di fermare con ogni mezzo culturale prima, legale e civile poi, la violenza sulle donne e sulle bambine».

Per l’ottavo anno consecutivo si è svolto infatti con grande partecipazione il «V-Day One Billion Rising», la campagna ideata dalla scrittrice Eve Ensler che spinge oltre un miliardo di persone nel mondo a danzare e manifestare la volontà di cambiamento scegliendo l’arte, la musica e la poesia come segno di sfida e di celebrazione.

Perché nel giorno di San Valentino? «Per ricordare che le parole amore e violenza non possono coesistere», spiegano le organizzatrici. Perché manifestare scegliendo la danza? «Perché si parla di corpi violati, che vogliono riappropriarsi della propria identità».

«Il progetto - spiega Giovanna Covi, docente di Letterature angloamericane e Studi di genere dell’Università di Trento e componente della Rete V-Day Trento - nasce 10 anni fa dall’intuizione di questa scrittrice statunitense, promotrice della rete V-Day e autrice de ”I monologhi della vagina”, partendo dalla sconvolgente statistica delle Nazioni Unite secondo cui 1 donna su 3 nel mondo è stata picchiata o stuprata nel corso della vita. Dato che si traduce in un miliardo di donne e bambine. Fin da subito è diventata una delle più grandi manifestazioni di massa della storia e anche quest’anno è tornata a Trento con un flash mob in piazza Duomo.

Saranno 200 i Paesi nel mondo uniti dalla canzone simbolo «Break the chain» e dallo slogan «Se io non ci sto, tu non prendertela». Parola chiave di questa edizione, sarà “solidarietà”: «Vogliamo sensibilizzare cittadini ed istituzioni sull’importanza e la professionalità dei Centri antiviolenza, cui è necessario garantire loro sostegno, continuità e fondi».

GUARDA IL VIDEO

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy