Salta al contenuto principale

Trento: prende a pugni la moglie

e poi cerca di strangolarla

Arrestato 32enne già ammonito

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

Colpisce la moglie con un pugno e tenta di strangolarla stringendole il collo con un cavo elettrico senza per fortuna riuscirci.

Un 32enne italiano residente a Trento è stato arrestato dai carabinieri intervenuti per bloccare l’uomo dopo aver ricevuto una chiamata con richiesta di aiuto alla Centrale Operativa del Comando Carabinieri di via Barbacovi.

Una pattuglia del Radiomobile della Compagnia di Trento giunta presso l’abitazione a Trento nord ha potuto constatare che era avvenuta una lite con l’aggressione nei confronti di una donna da parte del proprio marito.

E’ stato chiesto il supporto di altre due pattuglie per sedare gli animi vista la presenza dei genitori della donna che erano stati chiamati in soccorso dalla figlia e che avevano saputo delle violenze del genero.

Nello specifico, il 32enne italiano, da tempo residente a Trento, aveva colpito con un violento pugno la moglie su uno zigomo, tentando poi di stringerle un cavo elettrico intorno al collo, senza riuscirvi.

La donna, nonostante l’aggressione violenta del consorte, era riuscita a liberarsi e a contattare il 112 chiedendo aiuto, in un battibaleno i carabinieri sono arrivati sul posto, evitando forse anche il peggio.

Accompagnato negli uffici della Sezione Radiomobile, i carabinieri hanno accertato che l’uomo era già stato colpito dall’ammonimento orale da parte del Questore di Trento e, a termione delle operazioni di rito, è stato dichiarato in stato di arresto.

La moglie, nella circostanza, riportato una prognosi di 6 giorni per contusione zigomatica sinistra.

L’arresto è stato convalidato dal giudice che ha posto l’uomo ai domiciliari presso un altro congiunto.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy