Salta al contenuto principale

Ascensore da Trento a Mesiano

via definitivo del Comune:

in facoltà in 80 secondi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

La Giunta comunale di Trento ha approvato il progetto preliminare di collegamento verticale tra viale Bolognini e il Dipartimento di ingegneria di Mesiano. Il sistema scelto per superare un dislivello di circa 76 metri (con uno sviluppo inclinato di circa 160 metri) è quello dell’ascensore inclinato a cabina unica, su binario senza conducente.

Il progetto prevede la creazione di un corridoio largo 8,5 metri, con una struttura in tralicci di acciaio a sostegno dei binari. La velocità di percorrenza dell’ascensore arriverà a 2 metri al secondo sulle tratte a pendenza costante, di 1,6 metri al secondo nei tratti di raccordo verticale. Si stima che la cabina superi i 160 metri di sviluppo in circa 80 secondi, con un tempo di andata e ritorno compreso nei 5 minuti.
La capienza della cabina proposta sarà di 40 persone, per una portata oraria massima di circa 480 persone per le 12 corse orarie stimate. La cabina potrà trasportare anche le biciclette.

Per l’accesso alla stazione di monte è previsto un tracciato ciclopedonale lungo circa 310 metri.
Il costo complessivo dell’opera è di tre milioni di euro; i lavori dureranno 420 giorni.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy