Salta al contenuto principale

Riprende con lo smartphone

presunti spacciatori

Donna di 57 anni aggredita e picchiata

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

Ha visto alcuni stranieri armeggiare vicino ad un muro. Sembravano intenti a recuperare qualcosa. La signora, che stava passando in via Santa Croce, si è fermata per capire cosa stesse accadendo. Poi ha preso il cellulare per filmare tutto, come testimonianza di ciò che può accadere in città in pieno centro storico, alla luce del sole, a due passi dalle affollate casette del Mercatino di Natale. È per il suo grande senso civico che è finita in ospedale: non ha avuto paura dei tre che inizialmente l’hanno minacciata, per poi metterle le mani addosso.
Vittima dell’aggressione, avvenuta in vicolo Madruzzo alle 16, è una donna di 57 anni di Trento: è stata trattenuta fino alla serata di ieri al pronto soccorso del Santa Chiara, dove è stata sottoposta ad accertamenti.

Passando in via Santa Croce si è accorta di quel gruppetto di giovani, all’apparenza di origine nordafricana. Si è fermata. Intuendo che stavano combinando qualcosa di poco lecito, ha preso lo smartphone e acceso la videocamera. Quando uno dei giovani stranieri si è accorto delle intenzioni della signora, l’ha intimata ad andarsene. «Ma che c...o fai?» le ha detto avvicinandosi con fare minaccioso. Ma la donna non si è fatta intimorire. Dopotutto non era lei ad essere dalla parte del torto. Avrebbero invece dovuto preoccuparsi quei ragazzi, che stavano armeggiando con un arnese in un tubo, vicino al muro, probabilmente per recuperare della sostanza stupefacente nascosta. Stavano compiendo qualcosa di illecito a pochi metri dal via vai delle persone dirette al Mercatino, alla luce del sole, come se non avessero paura di essere visti.

Spavaldi e violenti, hanno cercato di intimorire la donna a parole e di allontanarla. Non pensavano di trovarsi di fronte ad una cittadina determinata, ad una persona con un grande senso civico, pronta a denunciare il degrado in centro città. Ed i tre stranieri, vedendo la videocamera, non hanno esitato neppure a colpire la signora che, nonostante sia stata molto coraggiosa e pronta a difendersi dai calci e pugni ricevuti con altrettanti calci ed altrettanti pugni, si è presa uno schiaffo. Sono intervenuti alcuni passanti, che hanno aiutato la donna. I tre aggressori sono scappati, ma il loro volto è ben chiaro nelle immagini registrate.

I carabinieri del radiomobile hanno raccolto la testimonianza della vittima. Sono in corso indagini per identificare i tre, che non rischiano solo la denuncia per lesioni: gli investigatori verificheranno anche la probabile attività di spaccio scoperta dalla signora.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy