Salta al contenuto principale

Festival dello Sport, Coppola

contro le Audi nel prato

davanti alle Albere

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 50 secondi

Si è conclusa con un grande successo di partecipazione, la seconda edizione del Festival dello Sport. Un evento importante e significativo, organizzato dalla Gazzetta dello Sport con Trentino Marketing e la collaborazione della Provincia autonoma di Trento, del Comune di Trento, Apt di Trento e con il patrocinio di Coni e Comitato Italiano Paralimpico. Tre giorni di eventi , oltre 130, più di 300 ospiti di grande prestigio capaci di attraversare le generazioni, le discipline e soprattutto le passioni di ognuno di noi. Ma in mezzo a tante cose belle, c’era anche una «invasione» di automobili sul prato dellle Albere, di fronte al Muse.

Se ne occupa la consigliera di Futura 2018, la Verde Lucia Coppola, in una interrogazione presentata oggi in Provincia. «Il Festival si è articolato in 16 location di Trento tra le quali il Palazzo delle Albere , il Muse e il quartiere delle Albere. Il Festival dello Sport è organizzato con la collaborazione di importanti brand partner. E’ opinabile tuttavia la scelta di ospitare la rassegna di auto della Audi nel prato adiacente al Palazzo delle Albere. Questo antico palazzo del XVI secolo, una villa-fortezza, costruita dai principi vescovi Madruzzo, che deve il suo nome al lungo viale di pioppi cipressini che collegava il palazzo alla città, oggi spazio espositivo per mostre temporanee e al cui interno è possibile ammirare splendidi affreschi ispirati ai temi tipici della cultura umanistica, non può avere come cornice una esposizione di auto.
Coloro che si sono recati alle Albere hanno potuto constatare come il prato adiacente il Palazzo fosse completamente invaso dalle auto».

Coppola ammette: «Non vi è dubbio che dal punto di vista del marketing per Audi si sia trattato di una vetrina importante, ma mi chiedo se non vi fosse un luogo più consono per l’allestimento (ricordo che lo scorso anno la dimostrazione era stata ospitata in piazza Dante). Un luogo di cosi grande bellezza e storia, importante riferimento cittadino di animazione sociale e culturale non si può presentare ai visitatori invaso dalle macchine».

Ciò premesso - dice la consigliera - «interrogo il Presidente della Provincia di Trento per sapere: se non ritenga che la collocazione delle auto dello sponsor Audi sul prato adiacente Palazzo delle Albere sia stata inopportuna e non consona al rispetto di un luogo di così grande prestigio storico e architettonico; se non ritenga che tra le sedici location in cui si è articolato il Festival dello Sport ve ne fossero altre più adatte ad ospitare l’esposizione Audi; se non ritenga opportuno, assieme a Trentino Marketing e al Comune di Trento, prevedere in futuro la collocazione di eventi prettamente commerciali, in luoghi più consoni».

In realtà, non si trattava di una mera "esposizione di auto", mala cerimonia di consegna delle vetture ufficiali Audi agli atleti ed alle squadre nazionali di sci della Fisi, della quale Audi è sponsor da anni. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy