Salta al contenuto principale

All'ex Zuffo altri 112 stalli

coperti per le biciclette

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Una manna, arrivata con il Decreto Crescita di giugno, che per il Comune di Trento vale 250 mila euro. Per opere, però, da tradurre in cantiere entro fine ottobre. Di corsa, quindi.

Così, l’Amministrazione comunale ha riservato 80 mila euro (50.444,00 a base d’asta) per il completamento, fin dove è possibile della tettoia del ciclo parcheggio di attestamento nell’area ex Zuffo, aperto nel 2018.

È strategico per l’interscambio auto-bicicletta e la mobilità sostenibile con il centro città lungo via Druso, via F.lli Fontana e via Vannetti. Nell’area di 695 m² di superficie, sono ricavati 244 stalli di cui 12 postazioni “E-motion” per bici elettriche, 16 postazione “in-centro” e 216 postazioni per le bici proprie di chi utilizza il servizio. Sessanta stalli, lato nord, sono già coperti con una tettoria (struttura in acciaio e tetto in lamiera). Il progetto esecutivo approvato dalla giunta prevede la copertura di ulteriori 112 posti, con una tettoia metallica lungo il lato sud.

«Alla fine» spiega il geometra Leopoldo Franzoi «l’80% degli stalli sarà coperto». La nuova tettoia sarà pronta la prossima primavera. Con il “regalo” del decreto governativo, il Comune realizzarà altri interventi come le migliorie al canile e i corpi illuminanti della pista di atletica indoor.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy