Salta al contenuto principale

Ieri una Notte davvero Magica

Oggi zatterada e «tonca»

ma a rischio annullamento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 15 secondi

Il sensibile calo della temperatura di ieri non ha fermato le centinaia di persone che, a partire dalla metà del pomeriggio, si sono riversate nel centro storico del capoluogo per prendere parte alla seconda giornata delle Feste vigiliane. Già in prima serata, all’interno del perimetro pedonale del centro, circoscritto per ragioni di sicurezza dai newjersey in cemento, si è registrato un certo affollamento, che poi è andato crescendo fino all’avvio delle tante iniziative previste da organizzatori, associazioni locali ed esercenti per la «Magica notte».

Gli appuntamenti sono iniziati conclusosi l’ultimo acquazzone della giornata, con la tradizionale costruzione delle zattere da parte dei 52 equipaggi che, salvo indicazioni diverse da parte della Protezione civile - incaricata di monitorare costantemente il livello dell’Adige, data la portata d’acqua decisamente anomala per il periodo - si sfideranno domani nell’atteso Palio dell’oca. Contestualmente, all’interno del capoluogo, hanno preso il via i laboratori ed i giochi per i più piccoli, il Simposio di scultura del legno e, a partire dalle 17, il Mercantino dei gaudenti, spostato per l’occasione in fascia serale e lungo via Santa Croce. Poco lontano, tra piazza Vittoria e via Dordi, sono stati impostati anche i bivacchi dei Ciusi e dei Gobj, con i goliardici figuranti in maschera.

Una volta calato il sole, in quasi tutti gli angoli del centro hanno fatto capolino le postazioni dei Dj e i palcoscenici dei gruppi musicali predisposti dai commercianti trentini, mentre gli esercizi delle strade non interessate da manifestazioni connesse alle feste hanno potuto estendere il proprio plateatico di 10 metri quadrati, sistemando all’esterno in molti casi anche le spine per la birra e piccoli tavoli bar. È stato con l’imbrunire, tuttavia, che festeggiamenti si sono estesi a tutto il centro, coinvolgendo migliaia di persone di ogni età, tra cui i tanti turisti (soprattutto tedeschi e dell’Europa dell’Est) presenti nel capoluogo.

Oggi, le iniziative proseguiranno con spettacoli ed eventi. Gli organizzatori hanno fatto sapere che la zatterata del Palio dell’oca è stata anticipata di un’ora (a partire dalle 17), mentre, proprio in ragione del forte aumento della portata del fiume Adige, alcune prove di abilità previste per la competizione, tra cui quella con l’ancora, sono state eliminate dal programma. Nei giorni scorsi, una determinazione del dirigente del Servizio trasporti pubblici della Provincia Roberto Andreatta ha permesso di alzare il limite per l’organizzazione della gara sull’acqua, passando dai 400 agli attuali 500 metri cubi al secondo di portata. Fino a venerdì tuttavia, si registrava una massa d’acqua di 520 metri cubi al secondo, e le piogge di ieri potrebbero aver peggiorato la situazione.
La decisione sull’effettivo svolgimento della zatterata verrà in ogni caso presa questa mattina.

IL VIDEO

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy