Salta al contenuto principale

Furia Rossi e Olivi

<br />

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

rossiTRENTO - Proporre altri nomi rispetto a quelli in campo «rischia di essere offensivo» per chi in campo c'è già, ovvero i tre assessori Alessandro Olivi (Pd), Ugo Rossi (Patt) e Mauro Gilmozzi. Di fronte alla rosa presentata dall'Upt per evitare le Primarie di coalizione, Olivi mette i puntini sulle "i". Il candidato del Partito democratico alla sfida di coalizione per la scelta di chi scenderà in campo nelle elezioni di ottobre per provare a succedere a Lorenzo Dellai, conferma che la scelta «delle Primarie ormai è tracciata» e che «la coalizione ha avuto tutto il tempo nei mesi scorsi per cercare di operare una convergenza una sintesi politica. Il tempo insomma c'è stato: non solo è scaduto, ma, una volta tramontata l'ipotesi di Alberto Pacher, la convergenza non si è trovata o non si è voluta trovare». Il rischio per Olivi è che, nella coalizione, «le distanze oggi ricomponibili
rischiano di dividerci».
Alle parole di Olivi si unisce anche Rossi. «I nomi dei tre assessori - afferma l'esponente del Patt - sono nomi coalizionali, non di parte. Si deve dare ai cittadini, come coalizione, la possibilità di scegliere». Per l'assessore alla sanità è questo l'aspetto da cui non si può più derogare: «Comunque si correrà: non si può pensare di non fare esprimere le potenzialità che ci sono. Ciò che indebolisce la coalizione è tira e molla che ha assunto il tono della tragi-commedia. Se questo atteggiamento è teso a delegittimare Olivi, Rossi e Gilmozzi dico: attenzione, perché non lo lasceremo fare». Proprio per dimostrare che la competizione tra i tre assessori «è virtuosa» Rossi annuncia «un incontro tra noi tre per condividere alcune questioni di fondo e dare ennesima garanzia che le Primaire non sono una spaccatura ma una competizione virtuosa».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy