Salta al contenuto principale

Mercatini: anche i borseggiatori

hanno fatto buoni affari

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

Non si vedeva da qualche anno: un taglio netto, sulla borsa. Una mano che si intrufola all’interno e prende quel che vuole: un portafoglio. È accaduto domenica in città. Ed ora nel dubbio anche l’organizzatrice del mercatino chiede maggiori controlli alla polizia locale.


Purtroppo è normale che possa accadere. Quando c’è un assembramento di persone, c’è il rischio che qualche borseggiatore provi ad approfittarne. È accaduto anche domenica scorsa in centro città. Perché domenica, finalmente, la città era piena di gente. Il meteo non era il massimo, ma motivi per uscire di casa o arrivare a Rovereto ce n’era più d’uno. C’era il mercatino, tanto per cominciare. Anzi, il «Natale di Luce», con tutta una serie di eventi proposti agli amanti dell’atmosfera natalizia.

E poi c’era il black friday, con i negozi che, anche in centro a Rovereto, proponevano sconti invitanti, a meno di un mese dal Natale. Il risultato è stata una giornata di grande affluenza. Ed è in situazioni simili che i borseggiatori trovano motivo di gongolare.

A farne le spese, come detto, una donna roveretana. Era stata al mercatino, poi si era spostata fuori dall’area delle casette. Quando è tornata nella zona del Flover, per capirsi, se n’è accorta: qualcuno - non si sa esattamente in quale momento e quindi dove - aveva squarciato la sua borsa con un coltellino e aveva preso il portafoglio. «Quando ha lanciato l’allarme il nostro personale è intervenuto subito - osserva Patrizia Andreatta - ma fa quel che può. È lì per motivi di sicurezza, per intervenire in caso qualcuno stia male, per agevolare l’uscita dal mercatino in caso d’emergenza. Forse sarebbe utile un passaggio più frequente della polizia locale, nei limiti delle possibilità».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy