Salta al contenuto principale

In scooter con il figlio

muore sul Mossano

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Erano padre e figlio e ieri erano insieme. Roberto Fontana, 52 anni di Pomarolo, e quel ragazzino di 17 anni con cui condivideva la passione per il calcio. Stavano tornando dal torneo della pace sullo scooter del papà, perché ieri era caldo e l'aria in faccia sapeva di primavera. Sono caduti insieme, sulla curva del Mossano. L'ultima, prima del rettone. Ma lui non ce l'ha fatta. È finito contro il guard rail, è morto sul colpo. Non ha avuto nemmeno il tempo per sapere quel che più gli interessava: che il figlio era ferito, sì, ma starà bene. Ora è al Santa Chiara, con un politrauma, ma non è in pericolo di vita.

Dopo l'incidente da Rovereto sono partite le ambulanze, da Mattarello sono stati mobilitati due elicotteri. Ma uno è stato fermato subito: appena i sanitari del 118 sono arrivati sul posto, hanno capito che non serviva più. L'altro, di elicottero, grazie al sostegno dei pompieri di Isera (ieri al lavoro anche Mori, per la viabilità), è atterrato nei campi a lato della strada. Medico e sanitari del 118 si sono occupati del ragazzo. Era cosciente, parlava, ma lamentava dolore agli arti inferiori. È stato portato al Santa Chiara, in elicottero. 
A terra è rimasto solo il papà.

(Articolo completo sull'Adige in edicola)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy