Salta al contenuto principale

A Palazzo Poja di Rovereto 

ha aperto "Spazio Melotti"

fausto melotti, scultore roveretano
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

La ricca proposta culturale della città di Rovereto si amplia ulteriormente con l’inaugurazione di un nuovo spazio espositivo permanente che ha come protagonista il grande artista Fausto Melotti, nato proprio a Rovereto nel 1901.

Una selezione di opere, proveniente dalle collezioni del Mart, si inserisce con armonia nelle sale auliche del settecentesco Palazzo Alberti Poja, in un allestimento che esalta i contrasti e il dialogo tra stili ed epoche differenti.

In mostra disegni, sculture, ceramiche, installazioni polimateriche realizzati nell’arco di cinquant’anni, tra il 1930 e il 1980. Tra le opere più note: «I testimoni velati» del 1977, un’installazione che nonostante le dimensioni monumentali conserva la caratteristica levità della scultura melottiana; «la Scultura G (Nove cerchi)» che, realizzata tra il 1967 e il 1968, sembra vincere la forza di gravità; «Il sole dell’Apocalisse», del 1976, che assume la forma di un piccolo racconto; «Contrappunto domestico» del 1973, che dichiara la passione dell’artista per la musica.

In accordo con l’assessorato alla cultura del Comune di Rovereto, lo «Spazio Fausto Melotti» è un progetto della Fondazione Museo Civico che gestisce Palazzo Alberti Poja, in collaborazione con il Mart da cui provengono le opere. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy