Salta al contenuto principale

Rovereto è la prima a partire

Via libera al biotestamento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

Per tutti i cittadini residenti nel Comune di Rovereto è ora possibile presentare personalmente il modulo contenente la propria scelta sul testamento biologico, presso l’Ufficio di stato civile.


Dal 31 gennaio è operativa la legge 22 dicembre 2017 numero 219 (Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento) altrimenti chiamata legge sul testamento biologico o biotestamento.


Le «Disposizioni anticipate di trattamento» devono essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata e sono modificabili o revocabili in qualsiasi momento.


Chi detta il suo «biotestamento» può designare una persona (il cosiddetto fiduciario) che ne faccia le veci e la rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Il fiduciario, ovviamente, deve essere maggiorenne e capace di intendere e volere e può accettare la nomina sottoscrivendo le Dat o con atto successivo.


L’Ufficiale di stato civile non potrà partecipare o fornire informazioni sul contenuto del documento presentato. Le Dat, comunque, sono esenti dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy