Covid / Il caso

Tamponi sui profughi afghani ospiti a Riva del Garda, due ragazzi trovati positivi

Sono subito scattate tutte le misure previste in questi casi: i parenti dei giovani subito in isolamento. La permanenza degli afghani a Riva potrebbe allungarsi

VIDEOSCHEDA La crisi in Afghanistan

RIVA DEL GARDA. Due ragazzi minorenni positivi al Covid. Questo l’esito dei tamponi eseguiti sui 110 profughi afghani ospiti a Riva del Garda. Sono subito scattate tutte le misure previste in questi casi: i parenti dei giovani sono stati messi in isolamento. 

Il comunicato della Provincia: 

Sono già state messe in campo le misure di quarantena dopo che a Riva del Garda sono risultati positivi al Covid-19 due minori a seguito dello screening effettuato nei tempi previsti per tutti i richiedenti asilo provenienti dall’Afghanistan e ospitati a Riva del Garda nella base di addestramento militare di proprietà dell’esercito.
I ragazzi, membri di un gruppo familiare di 25 componenti già si trovano, come detto, in quarantena come il resto di tutto il gruppo dei 110 cittadini afghani, sul quale sono stati effettuati i tamponi molecolari che sono risultati negativi.
La Protezione Civile trentina, tramite la Croce Rossa, sta dando supporto all’esercito per la gestione dell’ospitalità agli afghani arrivati a Riva del Garda in attesa che il Ministero dell'Interno svolga tutte le procedure connesse all’accoglienza e disponga in merito alle future destinazioni.
Come disposto dall’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari verranno effettuati su tutto il gruppo di cittadini afghani nuovi test di screening a cinque giorni dal primo e quindi un tampone di fine isolamento/quarantena.

 


L’arrivo in caserma a Riva dei rifugiati afghani fuggiti da Kabul

Sono già a Riva, nella caserma di via Ardaro, i rifugiati afghani arrivati questa mattina in Trentino. A Riva trascorreranno 10 giorni in isolamento per le norme anti Covid.

Le voci, non confermate ufficialmente, di una loro partenza già nella giornata di martedì 31 agosto si sono fatte ancora più insistenti nella giornata di ieri ma molto, se non tutto, dipendeva dall'esito dei tamponi ai quali uomini, donne e bambini si sono sottoposti, operazione che ha richiesto un paio d'ore. Quelli ai quali erano stati sottoposti tutti dopo l'atterraggio a Fiumicino avevano dato esito negativo.

Le due positività rischiano di scombussolare i piani. 

comments powered by Disqus