Salta al contenuto principale

Razzo di soccorso sul lago di Garda

L'intervento notturno

dei vigili del fuoco di Riva - Video

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Hanno sfidato condizioni meteo avverse, con pioggia battente e un vento di circa 30 nodi, per quello che potrebbe essersi trattato di uno scherzo di pessimo gusto.

Due unità nautiche dei vigili del fuoco di Riva del Garda e la Guardia costiera di Salò sono uscite questa notte, poco prima dell’una, allertate da un un razzo di soccorso a luce rossa tra le sponde di Limone e Malcesine, avvistato da alcune persone.

 

Nonostante l’ora e le condizioni, gli equipaggi hanno effettuato una prima perlustrazione a pettine nelle rispettive direzioni e si sono incontrati in zona centro lago per il successivo coordinamento.

Anche la seconda perlustrazione ha dato esito negativo. Il che fa pensare a una burla.

«I razzi di soccorso - scrivono a questo proposito il vigili del fuoco di Riva - sono parte integrante della dotazione di sicurezza di bordo dei natanti da diporto. Una volta sparato, il dispositivo raggiunge i circa 300 metri di altezza proiettando una luce rossa brillante che dura sui 40 secondi e una successiva discesa di circa 5 metri al secondo. Utilizzarlo impropriamente configura il reato di procurato allarme e sollecita particolarmente l’apparato del soccorso. Per questo motivo rammentiamo di non utilizzarlo a fini goliardici. Qualora partisse inavvertitamente basta chiamare il 112 per segnalare l’equivoco».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy