Salta al contenuto principale

I cannoni da neve

per sanificare la spiaggia

Così si combatte il contagio - Video

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

È davvero possibile igienizzare una spiaggia intervenendo per forza di cose in un ambiente aperto e per di più spesso ventoso?

È la domanda alla quale ha cercato di rispondere - e sembra riuscendoci - l’esperimento andato in scena ieri mattina attorno alle 7.30, voluto dalla nostra Apt in vista di una stagione balneare che già nei giorni scorsi si è annunciata piuttosto difficile da gestire.
Ora che finalmente si ricomincia a parlare di estate e di vacanze, il Garda Trentino è in prima fila per confermare la sua consolidata reputazione di destinazione turistica internazionale, impegnandosi per garantire ai propri visitatori un soggiorno sicuro e protetto nel rispetto delle norme post-coronavirus.



In questa direzione va la dimostrazione organizzata ieri, dalla zona di Punta Lido alla Spiaggia Sabbioni, con l’azienda altoatesina «Demaclenko», specializzata in impianti di innevamento artificiale ed ora in grado di produrre macchinari (derivati dalla stessa tecnologia usata per i cannoni sparaneve) per la disinfezione delle aree esterne.
«Il tema della sanificazione dei territori è certamente prioritario per dare al turista una vacanza sicura dal punto di vista sanitario. L’utilizzo di tutte le innovazioni tecnologiche sarà sicuramente d’aiuto per affrontare al meglio questa mini-stagione» ha spiegato Marco Benedetti, presidente di «Garda Trentino spa».

Diventa dunque possibile sanificare spazi aperti nei quali converge un numero elevato di persone? L’esperimento ha dimostrato che è sicuramente fattibile. Gli impianti di nebulizzazione consentono un rapido ed efficace intervento su tutte le superfici che più facilmente vengono a contatto con il corpo (panchine, tavoli, sedie, sdraio, parchi-giochi); inoltre attraverso l’utilizzo di un diffusore a pistola, risulta agevole anche la sanificazione di bagni, docce ed ogni tipo di servizio accessibile dall’esterno.

«Questa tecnologia, molto simile a quella utilizzata per innevare le piste da sci, è un primo prototipo utilizzato per la sanificazione, dotato di un serbatoio collegato a due cannoncini e a una lancia, montati su un mezzo mobile utilizzabile anche in spazi ristretti», ha detto Peter Pircher, manager in Italia di Demaclenko.

L’intervento viene effettuato con acqua tiepida (disponibile in un serbatoio, anch’esso montato sul mezzo mobile) miscelata a diverse tipologie di igienizzante, in base ai protocolli ambientali previsti dalle singole località. L’intervento di sanificazione anche in un’area estesa può essere effettuato quotidianamente, in tempi molto contenuti, preferibilmente di prima mattina.

«Siamo molto soddisfatti di aver realizzato questo test: il nostro obiettivo è garantire la sicurezza non solo agli ospiti del Garda Trentino ma anche alla popolazione locale per potersi godere in totale tranquillità gli spazi pubblici», ha commentato Oskar Schwazer, direttore di «Garda Trentino spa».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy