Salta al contenuto principale

Torbole: il 23enne trovato morto

in casa dopo giorni di febbre

è stato ucciso dalla meningite

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 29 secondi

Non era Coronavirus - come peraltro stabilito da due tamponi a distanza di diversi giorni, risultati entrambi negativi - ma è stata comunque una malattia virale e molto pericolosa a portarsi via ad appena ventitre anni Gian Mario Mura, il ragazzo di 23 anni Porto Torres trovato senza vita nel suo appartamento di via Matteotti a Torbole la mattina del 20 marzo.

Gli accertamenti patologici e in particolare gli esami istologici effettuati dall’Azienda sanitaria provinciale hanno accertato che il ragazzo sardo è morto per meningite. E questo spiega anche i sintomi con i quali il giovani ha dovuto combattere negli ultimi giorni della sua malattia: il forte mal di testa e la febbre sempre più alta che non scendeva neppure con gli antiperitici.
A confermare l’esito degli esami è la famiglia Mura, in particolare la sorella Manuela: «Abbiamo avuto comunicazioni ufficiali dai responsabili sanitari trentini - raccontava ieri al telefono da Porto Torres - non è stata fatta l’autopsia, ma gli esami istologici parlano chiaro. Più avanti si capirà anche di quale ceppo di meningite si tratta, e quanto contagiosa».

Il corpo di Gian Mario è ancora a Riva e i tempi per il suo trasporto in Sardegna non sono noti: «Non abbiamo ancora chiaro l’iter burocratico, soprattutto in questa fase resa più complessa dall’epidemia» dice la sorella.

La meningite ha diversi tassi di contagiosità e la preoccupazione torna quindi ai colleghi della «Servizi Italia» dove il giovane lavorava: «Ho saputo da poco della meningite - diceva ieri sera Franco Bonisolli, direttore dello stabilimento arcense - ne parleremo con il medico aziendale, ma sappiamo che i tempi di incubazione sono piuttosto brevi, e di giorni invece ne sono passati molti. Siamo quindi piuttosto tranquilli». Alla «Servizi Italia» si continua a lavorare a pieno ritmo a sostegno di tutti gli ospedali trentini.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy