Salta al contenuto principale

Piante di cannabis in casa
Nei guai un 50enne
Segnalati sette giovani

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Aveva il pollice verde, ma non per surfinie o gerani: piante di cannabis, invece,  e della migliore qualità, da semi geneticamente modificati per avere una concentrazione più alta di principio attivo.

A finire nei guai è stato un 50enne, in casa del quale i carabinieri hanno trovato tre piante, alcuni grammi di infiorescenze essiccate, materiale per la preparazione e consumo di crack (procedimento per trasformare la cocaina in cristalli per poi fumarli). L’uomo è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovereto.

Sempre nell’ambito dei controlli per la lotta al consumo di droga, i carabinieri di Arco hanno eseguito ieri 8 perquisizioni, sequestrando hashish, marjuana e pasticche di Mdma (ecstasy) in modiche quantità e tali da ritenersi per “uso personale” nei confronti di 6 ragazzi e una  ragazza dell’età compresa tra i 23 e 37 anni che si trovavano nell’Altogarda per trascorrere qualche giorno di vacanza (tranne 2 ragazzi che sono arcensi e colti in possesso di hashish e marijuana).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy