Salta al contenuto principale

Volare in carrozzella

grazie alla «taxibike»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 43 secondi

È una sorta di "taxibike" per carrozzina quello che offre Mattia Bonanome. Ed è una novità per l'Alto Garda. Con una speciale bicicletta a pedalata assistita, dotata di due ruote anteriori e di una pedana, Bonanome può trasportare una carrozzella e offrire la possibilità anche a chi ha qualche forma di disabilità per la quale non riesce a camminare e usa la carrozzina, di potersi fare un bel giro per le ciclabili del Basso Sarca e lungo il lago di Garda. Un'opportunità sia per i turisti sia per i locali. Sunny disposition , questo il nome del servizio (a pagamento), ha il suo punto di ritrovo, la stazione di partenza per residenti e per villeggianti, presso un negozio di bici in viale Rovereto, a Riva del Garda.

Mattia Bonanome , 39 anni, padovano di origine ma rivano di adozione, è guida professionale per bike, consulente di viaggi, organizzatore di tour, collaboratore di BackRoads e volontario Ampha con bambini insolitamente abili; ha voluto testare i tracciati altogardesani con il particolare triciclo e ha cercato via Facebook una persona «disabile intraprendente che abbia voglia di girare con me in Busa per qualche ora a bordo di una bici elettrica attrezzata per il trasporto di carrozzine. Sto testando l'accessibilità dei percorsi ciclabili per proporre durante l'estate dei tour nella zona. Voglio inoltre verificare la manovrabilità cittadina per offrire servizi di trasporto alternativo».

E l'ha trovata la persona, si è resa disponibile Chiara Soma , giovane che dopo un incidente stradale ha perso l'uso delle gambe e utilizza la carrozzina. «Io nei bei progetti ci credo. Penso che quando un'idea è valida - ha scritto Soma su Facebook - valga la pena mettere a disposizione un po' del proprio tempo per vederla prendere forma, concretizzarsi. Per questo motivo ieri ho deciso di mettere me stessa, ma soprattutto la mia amica sedia, a disposizione per salire a bordo di questa bella bici e farmi scarrozzare qua e là lungo le bellissime ciclabili della nostra Busa. Amici rotellanti, la bella stagione sta arrivando. Invece che rimanere imbottigliati come ogni anno in viale Rovereto a fare colonna in auto, sappiate che da quest'estate, avrete una valida alternativa».

Bonanome ha avviato questo servizio dopo avere conosciuto Alberto Franceschini, ceo di Protec ambiente di Senigallia, importatore delle speciali bike dall'Olanda, a una fiera di settore a Verona. «Ora vorrei fare conoscere questo servizio; in questo primo mese offro prove gratuite per associazioni e realtà locali. Le bici costano dai 7 ai 9 mila euro - spiega - e ne vorrei acquistare una seconda, molto particolare che ha due sellini affiancati, adatta a chi non ha problemi di spina dorsale e che ha un selettore per decidere chi guida. I costi sono importanti e anche il servizio che offro ha un costo importante: 60 euro l'ora per i turisti; ma vorrei cercare di abbassarlo per i locali; del resto quello che propongo è il mio lavoro qualificato, assicurato e garantisco precise capacità e sicurezza. Per cercare di contenere i costi sto cercando aziende, società, enti pubblici, ospedali privati, Comuni, l'azienda di promozione turistica o associazioni albergatori che possano farsi carico di parte dei costi. Credo che si possano offrire dei servizi o dei pacchetti turistici, sto pensando anche a dei tour in bici con possibilità di immersione in acqua in piscina». Una bella sfida, un bel servizio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy