Salta al contenuto principale

Prende a calci gli agenti

e anche la volante

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

Movimentato episodio nella serata di venerdì all’esterno del «Pizza Express» di viale Trento conclusosi con l’arresto di una persona per «resistenza a pubblico ufficiale» e alcuni danni alla volante del commissariato di Riva i cui agenti erano intervenuti per sedare gli animi e riportare la calma. Il fatto si è verificato attorno alle 19.30. Un uomo di 38 anni, residente a Riva, era entrato nel locale in compagnia della figlioletta di 4 anni per comprare una pizza.

Nella pizzeria d’asporto c’erano altri avventori e improvvisamente è nata una discussione forse per una questione di precedenza nell’ordinazione e nel servizio. Sta di fatto che l’uomo prima è uscito, ha accompagnato la figlioletta in auto e poi è rientrato con fare minaccioso. Ne è nato un diverbio e gli altri avventori hanno deciso a quel punto di allertare le forze dell’ordine.

Sul posto è arrivato una volante della Polizia di Stato ma è stato necessario farne intervenire una seconda e richiedere anche il supporto dei carabinieri per avere ragione dell’uomo che a quel punto aveva letteralmente perso la testa.

Alla vista degli agenti infatti ha iniziato a sferrare pugni e calci a chiunque gli capitasse a tiro e non contento, una volta caricato sulla volante, si è sfogato a scarpate contro il vetro interbo dell’auto della Polizia di Stato rompendolo completamente. L’uomo alla fine è stato portato in commissariato e qui dopo un po’ ha riacquistato la ragione. È stato posto agli arresti domiciliari in attesa della decisione del pm che ieri ne ha comunque disposto la scarcerazione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy